Spagna: Real Madrid e Baskonia si giocheranno il titolo ACB

Baskonia Real Madrid ACB finale
Il Baskonia giocherà la finale ACB contro il Real Madrid – Laura Cristaldi

Sarà Real Madrid-Baskonia la finale della Liga ACB. Da mercoledì in poi i campioni d’Europa e la compagine basca si troveranno faccia a faccia per l’ultimo round che deciderà il campione della Liga Endesa 2017-18. Ripassiamo brevemente come sono andate le semifinali.

Real Madrid-Herbalife Gran Canaria 3-0 (88-70, 92-83, 99-92)

Il Real Madrid non ha avuto troppi problemi a disfarsi di un generoso Herbalife Gran Canaria. La compagine insulare, che aveva già raggiunto il suo massimo obiettivo qualificandosi per le finali e per la prossima Eurolega, ha comunque onorato la competizione mettendo in campo tutte le forze residue per cercare di dar fastidio ai blancos. La compagine allenata da Pablo Laso era partita male in Gara 1, un po’ troppo rilassata (risultato alla fine del primo quarto 14-22), ma poi era riuscita a ribaltare le sorti della sfida grazie a un secondo quarto magistrale (parziale di 28-10). Anche in Gara 2 il Gran Canaria era partito meglio, ed era riuscito a mantenere in bilico il risultato per 30 minuti di gioco. C’era voluto un gran ultimo quarto del Real Madrid per avere la meglio sugli avversari. In Gara 3, disputata alla Gran Canaria Arena, era stato il terzo quarto quello decisivo durante il quale gli uomini di Pablo Laso avevano dato la spinta decisiva.

Protagonisti diversi nelle tre sfide: se in Gara 1 i migliori in campo erano stati Walter Tavares (17 punti e 7 rimbalzi) e Jaycee Carroll (16 punti con 4/5 in triple), in Gara 2 gli uomini decisivi erano stati Luka Doncic (14 punti, 7 rimbalzi e 7 assist) e Gustavo Ayón, con 12 punti, 7 rimbalzi, 5 assist e 4 recuperi. 21 punti di Rudy Fernández erano stati decisivi nella terza e ultima sfida della serie.

Kirolbet Baskonia-FC Barcelona Lassa 3-1 (86-61, 85-79, 65-67, 82-88 dts.)

Se dopo Gara 1 al Buesa Arena sembrava scontato che il Baskonia sarebbe stato il rivale del Real Madrid in finale, grazie alla netta vittoria conquistata contro una compagine che sembrava non averne più, a partire da Gara 2 la situazione era decisamente cambiata. Come in occasione dei quarti di finale contro il MoraBanc Andorra, il Barça era riuscito a risorgere dalle sue ceneri e mettere in difficoltà i rivali. In Gara 2, infatti, i blaugrana avevano chiuso avanti all’intervallo, per vedersi poi rimontare grazie a una spettacolare seconda parte degli uomini allenati da Pedro Martínez. In Gara 3, disputata al Palau Blaugrana, gli uomini allenati da Svetislav Pesic avevano messo in campo tutti gli sforzi residui per riuscire a battere i rivali, e lo stesso discorso di può fare anche in occasione di Gara 4, durante la quale la compagine basca ha avuto bisogno di un overtime per potersi imporre e staccare il biglietto per la gran finale.

Il Baskonia di Pedro Martínez è una squadra dove tutti gli uomini in campo danno il loro contributo, e a volte è difficile risaltare solo una o due figure, visto che sono parecchi i giocatori che raggiungono la doppia cifra (e difficilmente passano dei 20 punti) e contribuiscono anche in fase di rimbalzo e costruzione del gioco. Rodrigue Beaubois, Toko Shengelia, Janis Timma, Matt Janning e Marcelinho Huertas gli uomini da ricordare. Forse un po’ in ombra i lunghi Vincent Poirier e Johannes Voigtmann in questa serie, ma di fronte avevano Ante Tomic e un Jalen Reynolds che, atterrato da poco da Reggio Emilia, ha dato il suo importante contributo soprattutto in fase di contenimento. Il Barça, con la buona immagine regalata nelle due ultime sfide davanti al proprio pubblico, salva una stagione durante la quale ha vinto la Copa del Rey.

Date e Orari della Finale:

Gara 1 – Real Madrid-Kirolbet Baskonia – Mercoledì 13, 21:00
Gara 2 – Real Madrid-Kirolbet Baskonia – Venerdì 15, 22:15
Gara 3 – Kirolbet Baskonia-Real Madrid – Domenica 17, 18:30
Eventuale gara 4 – Kirolbet Baskonia-Real Madrid – Martedì 19, 21:00
Eventuale gara 4 – Real Madrid-Kirolbet Baskonia – Venerdì 22, 21:00

Il Real Madrid cercherà di portare a casa il titolo senza dover ricorrere a Gara 5, anche per permettere a Luka Doncic di volare negli Stati Uniti per il Draft NBA, che si terrà giovedì 21 giugno… Altrimenti il giovane playmaker sloveno potrebbe ripetere quanto realizzato dal giovane francese Frank Ntilikina lo scorso anno, quando, proprio tra l’ultima e la penultima gara di campionato con lo scudetto di campione di Francia in gioco, era volato a New York, pero poi rientrare ed essere il giorno dopo regolarmente a disposizione di Vicent Collet tra le file dello Strasburgo che, però, alla fine aveva perso il campionato.

58 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *