Spagna: il Gran Canaria sorprende il Valencia campione e giocherà in Eurolega

ACB Gran Canaria Playoffs
Il Gran Canaria conquista le semifinali e l’Eurolega – Carlos Calvillo per BasketItaly

Si sono conclusi i quarti di finale dei Playoffs ACB non sono mancate le sorprese. Come annunciato in fase di presentazione, infatti, un primo turno al meglio delle quattro partite poteva trasformarsi in una trappola mortale per qualcuna delle favorite, e così è stato infatti per il Valencia Basket. I campioni in carica hanno abdicato nella maniera più dolorosa possibile: perdendo in casa all’overtime e perdendo, oltre alla possibilità di difendere il titolo, anche e soprattutto il diritto di partecipare alla prossima Eurolega, che sarà così per la compagine isolana per la prima volta nella sua storia.

Ma andiamo con ordine e riassumiamo brevemente quando accaduto nelle quattro serie di quarti di finale.

Real Madrid-Iberostar Tenerife 2-0 (83-73, 84-75)

Il Real Madrid ha archiviato la pratica Iberostar senza infamia né lode. Tutti si aspettavano che la squadra campione d’Europa non avesse problemi a sbarazzarsi dell’ottava della classe al termine della regular-season, ed infatti così è stato, anche se comunque la compagine delle Canarie ha avuto le sue chance di fare il colpaccio. Pablo Laso, coach del Real Madrid, è comunque troppo esperto per farsi sorprendere, e ha saputo giostrare al meglio i suoi giocatori, affinché non accusassero troppa stanchezza dopo la maratona in Eurolega.

Se in Gara 1 i migliori in campo erano stati Jaycee Carroll (15 punti) e Felipe Reyes (11 punti e 6 rimbalzi), in occasione dell’incontro disputato in trasferta, Walter Tavares in doppia doppia (11 punti, 13 rimbalzi e 26 di valutazione) è stato il giocatore più rappresentativo dei blancos assieme a Rudy Fernández (19 punti). Da parte dell’Iberostar il centro Mike Tobey è stato il migliore dei suoi in entrambe le occasioni, con 21 punti e 8 rimbalzi in Gara 1 e 18 punti e 16 rimbalzi in gara 2.

Baskonia-Unicaja 2-0 (87-70, 80-64)

Alla vigilia ci si aspettava una sfida aperta tra due compagini che avevano disputato l’Eurolega la scorsa stagione, invece quello tra Baskonia e Unicaja è stato il quarto di finale più a senso unico di tutti. I baschi hanno schiacciato gli andalusi dal primo minuto di Gara 1 fino all’ultimo di Gara 2, senza mai lasciar loro vivo neanche un lumicino di speranza. Successi di squadra in entrambi i casi per i ragazzi allenati da Pedro Martínez, con tanti uomini in doppia cifra e a vestire i panni dei protagonisti. Citiamo Vincent Poirier con i suoi 11 punti e 7 rimbalzi in Gara 1 e Marcelinho Huertas (11 punti, 8 assist, 3 rimbalzi, 2 recuperi e 24 di valutazione) in Gara 2.

Il Baskonia ha dato la sensazione di essere una squadra compatta e che gioca bene a pallacanestro, e che, mantenendo la stessa intensità potrebbe dire la sua a livello di titolo.

FC Barcelona Lassa-MoraBanc Andorra 2-1 (76-94, 85-81, 91-71)

L’immagine data dal Barça in occasione della prima partita dei Playoffs al Palau Blaugrana era molto simile a quella dell’arrendevole squadra che si era vista durante la stagione di Eurolega. Una sconfitta netta, in occasione della quale la compagine allenata da Vetislav Pesic era apparsa disunita e indolente. Solo Petteri Koponen (17 punti) si era slavato dal marasma generale e dall’Andorra che, giocando una pallacanestro fresca e senza avere nulla da perdere, aveva colto il successo.

Tutt’altra musica nelle due sfide successive. Vincere nel Principato non è mai facile, ma il Barça era riuscito a tirare fuori quell’orgoglio che l’aveva contraddistinto in occasione della Copa del Rey. Ante Tomic (19 punti, 6 rimbalzi, 4 assist, 31 di valutazione) era stato il migliore dei suoi, che avevano contato con altri 5 uomini in doppia cifra. Adam Hanga e Víctor Claver (15 e 14 punti rispettivamente) avevano guidato il Barça al più netto e convincente successo in Gara 3, che aveva ridato il sorriso a Pesic e riacceso le speranze blaugrana.

Valencia Basket-Herbalife Gran Canaria 1-2 (71-56, 70-97, 89-92 dts.)

I campioni in carica del Valencia Basket si presentavano all’appuntamento più importante della stagione come avevano affrontato il resto dell’anno: leccandosi le ferite. Parecchi uomini chiave si trovavano ben lontano dalla perfetta forma fisica, ma in ogni caso i taronja erano riusciti a chiudere bene in difesa e, grazie ai punti del belga Sam Van Rossom (17, con 5/7 in triple), si erano aggiudicati Gara 1 senza troppi patemi. Gara 2, disputata al Gran Canaria Arena, era stata al contrario un monologo degli uomini di casa, sospinti da un grande Xavi Rabaseda (22 punti) e altri tre uomini in doppia cifra.

Passaggio del turno e qualificazione all’Eurolega erano in ballo quindi in occasione di Gara 3, una sfida combattuta su ogni pallone dalle due compagini e terminata con un drammatico overtime. Ai padroni di casa non erano bastati i 22 punti di Fernando San Emeterio e altri 17 di Sam Van Rossom, alla fine dei temi supplementari il Gran Canaria, con un enorme Marcus Eriksson (18 punti, 6/8 in triple). I campioni sono stati costretti ad abdicare e gli isolani disputeranno per la prima volta nella loro storia l’Eurolega (con tutte le difficoltà logistiche che questo potrà comportare).

Date e orari delle semifinali (al meglio delle cinque partite):

Gara 1:

Real Madrid – Herbalife Gran Canaria / Do, 03/06/2018 18:30 h.
Kirolbet Baskonia – FC Barcelona Lassa / Lu, 04/06/2018 21:00 h.

Gara 2:

Real Madrid – Herbalife Gran Canaria / Ma, 05/06/2018 21:00 h.
Kirolbet Baskonia – FC Barcelona Lassa / Me, 06/06/2018 21:00 h.

Gara 3:

Herbalife Gran Canaria – Real Madrid / Gi, 07/06/2018 21:00 h.
FC Barcelona Lassa – Kirolbet Baskonia / Ve, 08/06/2018 21:00 h.

Eventuale gara 4:

Herbalife Gran Canaria – Real Madrid / Sa, 09/06/2018 18:30 h.
FC Barcelona Lassa – Kirolbet Baskonia / Do, 10/06/2018 18:30 h.

Eventuale gara 5:

Real Madrid – Herbalife Gran Canaria / Lu, 11/06/2018 21:00 h.
Kirolbet Baskonia – FC Barcelona Lassa / Ma, 12/06/2018 21:00 h.

511 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *