A2 Playoff – Cos’è accaduto nelle gare-2 dei quarti di finale?

Max Menetti

Lunedì 13 e martedì 14 maggio si sono disputate le gare-2 dei quarti di finale dei playoff di Serie A2 Old Wild West. L’unica affermazione esterna appartiene al Bergamo Basket, che sbanca il PalaSavelli di Porto San Giorgio. Negli altri incontri prevale la legge del fattore campo con vittorie entusiasmanti.

Benfapp Capo d’Orlando – Edilnol Pallacanestro Biella 85-75

Eccezionale prova corale della Benfapp Capo d’Orlando, che mantiene il fattore campo, battendo l’Edilnol Pallacanestro Biella 85-75 ed andando sul 2-0 nella serie. I ragazzi di coach Sodini inanellano la quindicesima vittoria consecutiva e si giocheranno il match point in gara-3 in Piemonte. La partita viaggia sulla falsariga della precedente. I padroni di casa sono titubanti nel primo quarto, chiuso sul 18-17. Nel secondo periodo esplodono, mandando a bersaglio ben 6 triple, tra cui spiccano le tre di Nicola Mei, compresa quella allo scadere del 50-34. Al rientro sul parquet Brandon Triche insacca due bombe incredibili, spegnendo ogni velleità di rimonta degli ospiti e trascinando al 25′ i suoi sul +21. Nell’ultimo quarto i biancazzurri controllano il ritmo, permettendosi il lusso di far riposare i giocatori più esperti. Sono tre gli uomini in doppia cifra per i siciliani: Joe Trapani (18), Brandon Triche (15+10) e Jordan Parks (12).

De’ Longhi Treviso – Zeus Energy Group Rieti 80-63

La De’ Longhi Treviso fa il bis, liquidando al PalaVerde la Zeus Energy Group Rieti 80-63. In avvio prevale l’equilibrio. Al 5′ i padroni di casa piazzano un parziale di 8-0 (14-9) targato Severini. Burnett inchioda la bimane in campo aperto del 20-13, costringendo coach Rossi a chiamare timeout. Al 10′ i trevigiani sono avanti 24-19. Nel secondo periodo salgono in cattedra Sarto e Chillo, i cui sette punti di fila valgono il +12 (35-26). Si va all’intervallo lungo sul 45-33. Al rientro sul parquet c’è una pioggia di triple (55-44). Tessitori è un totem inarrestabile (17 punti, conditi da 5 rimbalzi e 3 assist, ndr). La sua bimane in contropiede allunga sul + 16, prima che Chillo infili il 68-50. Nell’ultimo quarto i veneti gestiscono sapientemente il il ritmo, portandosi sul 2-0 nella serie.

Remer Treviglio – Tezenis Verona 65-61

La Remer Treviglio si riscatta prontamente, impattando sull’1-1 nei quarti di finale della post-season. Al PalaFacchetti gli uomini di coach Vertemati hanno la meglio contro la Tezenis Verona 65-61, complice la defezione importante di Amato, tenuto precauzionalmente a riposo, a causa di un problema muscolare. L’esito di gara-2 si decide nell’ultimo giro di lancette, che è al cardiopalma. A 28″ dal gong, Roberts sigla il canestro del +2. Sull’altro versante del parquet l’arresto e tiro di Vujacic si spegne sul ferro. D’Almeida (19) non sbaglia dalla lunetta, facendo esplodere di gioia i propri tifosi.

XL Extralight Montegranaro – Bergamo Basket 73-75

Il Bergamo Basket non smette di stupire, espugnando in gara-2 del secondo turno dei playoff il PalaSavelli di Porto San Giorgio e capovolgendo il fattore campo. Gli uomini di coach Dell’Agnello compiono l’ennesimo capolavoro stagionale, superando in volata l’XL Extralight Montegranaro 73-75, pur essendo privi di Taylor, ed impattando la sere sull’1-1. Gli assoluti protagonisti dei gialloneri sono Roderick (29) e Fattori (20), che appaiono in grande spolvero. Il resto del lavoro lo fa la sontuosa difesa e la freddezza dalla linea della carità di Casella e Zugno, che non sbagliano negli ultimi, tesi, 10″. Un successo fortemente voluto dai bergamaschi, che respingono l’ultimo, disperato, tentativo di rientro di Corbett (35), guardando con rinnovata fiducia alle prossime due gare casalinghe.