Italy in Europe: Daniel Hackett decisivo nella sofferta vittoria del CSKA sullo Zenit

Daniel Hackett
Daniel Hackett, decisivo in Gara 2 delle semifinali Playoff – CSKA Digital

Il CSKA Mosca continua in stato di grazia. Dopo aver conquistato il titolo di Turkish Airlines Euroleague e aver battuto lo Zenit San Pietroburgo in Gara 1 delle semifinali dei playoff di VTB League, gli uomini allenati da Dimitris Itoudis si sono ripetuti in Gara 2 per 83-81 non senza soffrire, e con un Daniel Hackett determinante.

Lo Zenit di Joan Plaza, nonostante la pesante assenza di Jalen Reynolds, che in Gara 1 era stato il migliore dei suoi, è partito bene, mettendo subito in difficoltà i padroni di casa, che hanno pagato una giornata storta di Cory Higgins (1/14 dal campo, -8 di valutazione). Sean Armand ha trovato il canestro con facilità per lo Zenit, e il CSKA ha potuto rimontare il gap iniziale grazie al suo gioco collettivo e chiudere il primo quarto sul 18-18. Nando De Colo e il rientrante Andrey Vorontsevich hanno spinto avanti il CSKA, mandando le due squadre all’intervallo sul 39-33 per i padroni di casa.

Nella ripresa la squadra ospite si è riportata sotto grazie a Codi Miller-McIntyre e Gal Mekel, trovando il vantaggio con Armand al minuto 26 (49-50). Da quel momento in poi si è vissuta una partita davvero intensa ed emozionante, giocata su ogni pallone. Lo Zenit ha iniziato a crederci, mentre il CSKA non ha voluto saperne di arrendersi. Will Clyburn ha risposto a una tripla di Marko Simonovic; Daniel Hackett ha messo a segno i primi due punti dalla lunetta e un tap-in di Nikita Kurbanov sulla sirena ha permesso al CSKA di andare all’ultimo riposo con svantaggio minimo: 58-59.

Daniel Hackett ha riportato in vantaggio in CSKA in avvio di ultimo periodo, segnando il 62-60 dalla media distanza, ricalcando lo stesso gesto tecnico per il canestro del 72-66 a metà quarto. Lo Zenit ha continuato a spingere, trovando il canestro con Evgeny Voronov. Dopo una bella tripla di Clyburn, è stato Evgeny Valiev a rimettere in partita i suoi, e la tripla successiva di Sergey Karasev ha regalato il vantaggio ospite: 75-77 con poco più di due minuti ancora da giocare. Ancora Clyburn e Karasev e risultato sul 78-78 con poco più di un minuto restante. A questo punto è stato Daniel Hackett a risultare determinante: un 3+1 dell’azzurro ha permesso ai campioni dell’Eurolega di portarsi avanti 82-78 entrando già nell’ultimo minuto di gioco. Dopo una stoppata monumentale di Kyle Hines su Mekel e il tentativo disperato di tripla sbagliato da Karasev sull’83-81, il tap-in di Valiev che avrebbe significato l’overtime è stato considerato fuori tempo e quindi non valido.

https://twitter.com/VTBUL/status/1132340375593598977?s=20

Il CSKA si trova così in vantaggio per 2-0 contro lo Zenit e martedì prossimo a San Pietroburgo avrà a disposizione il primo match-ball per qualificarsi per la finale. Dall’altra parte del tabellone Khimki e Unics Kazan sono 1-1.

  • CSKA: Will Clyburn (19), Nikita Kurbanov (11 + 5 rimbalzi), Semen Antonov (11), Kyle Hines (10 + 6 rimbalzi), Daniel Hackett (10 + 3 rimbalzi e 2 assist)
  • Zenit: Codi Miller-McIntyre (14), Anton Pushkov (12 + 7 rimbalzi), Sean Armand (12), Evgeny Valiev (10)