Italy in Europe: Il Fenerbahçe cade ad Ankara: serie col Türk Telecom sull’1-1

Fenerbahçe
Carlos Calvillo per BasketItaly

Il Fenerbahçe di Nicolò Melli, con Gigi Datome ancora fermo ai box per l’infortunio al polpaccio rimediato tre settimane fa, ha perso per 88-85 Gara 2 dei quarti di finale dei Playoffs in Turchia in trasferta contro il Türk Telecom di Ankara.

Nonostante un avvio di partita favorevole agli uomini di Zeljko Obradovic targato Bobby Dixon, i padroni di casa non si sono lasciati sorprendere, rimettendosi subito in partita. Il primo quarto si è chiuso con il Fenerbahçe avanti 21-24, ma già nel secondo parziale i locali hanno ribaltato la situazione grazie a Terrance Orlando Campbell Jr, che ha chiuso la sfida a 26 punti con un irreale 8/10 in triple. Dopo 20 minuti di gioco il Türk Telecom ha fatto registrare un vantaggio di 48-45. Nel terzo e ultimo quarto il Fenerbahçe ha provato a cercare il vantaggio grazie a Melih Mahmutoglu, ma non è riuscito a mantenerlo, perché i capitolini non hanno mai mollato. Col +4 per il Türk Telekom a 10 secondi dalla fine Kostas Sloukas ha messo a segno una tripla incredibile, ma l’esito avverso dei tiri liberi finali ha favorito i padroni di casa.

Meli Mahmutoglu (19 punti) e Bobby Dixon (18) sono stati i migliori in campo per il Fenerbahçe, mentre Nicolò Melli è rimasto un po’ in ombra, mettendo a referto due punti e 4 rimbalzi in 15 minuti in campo. Il minutaggio dell’azzurro è stato limitato dai falli (4).

Con l’1-1 nella serie che si gioca al meglio delle tre partite, resta da risputare la bella, in programma mercoledì 29 maggio alla Ülker Arena.

“È stata una partita molto emozionante, difficile ed impegnativa,” – ha dichiarato Zeljko Obradovic a fine dell’incontro – “entrambe le squadre hanno giocato con grande energia ed hanno provato di tutto. I piccoli dettagli sono risultati determinanti e mi congratulo con il Türk Telekom per la vittoria. Ora conosciamo perfettamente il nostro destino: dobbiamo vincere il prossimo incontro, che cercheremo di preparare al meglio”.