Home NBA NBA: Luka Doncic e i Mavs di un altro pianeta, strapazzati i Pels di Nicolò Melli
NEW ORLEANS, LA - DECEMBER 3: Luka Doncic #77 of the Dallas Mavericks shoots the ball against the New Orleans Pelicans on December 3, 2019 at the Smoothie King Center in New Orleans, Louisiana (Photo by Layne Murdoch Jr./NBAE via Getty Images) NBA: Luka Doncic e i Mavs di un altro pianeta, strapazzati i Pels di Nicolò Melli

NBA: Luka Doncic e i Mavs di un altro pianeta, strapazzati i Pels di Nicolò Melli

0

I Dallas Mavericks di Luka Doncic continuano secondi nella Western Conference grazie agli incredibili numeri che il giovanissimo sloveno continua a inanellare partita dopo partita. I New Orleans Pelicans di Nicolò Melli, penultimi in classifica a Ovest con solo i Golden State Warriors con un record peggiore del loro, non hanno minimamente messo in difficoltà i texani nella sfida disputata sabato nel primo pomeriggio degli Stati Uniti (e in prima serata in Europa). I Mavs si sono imposti per 84-130 ai Pels.

Il ventenne di Lubiana, candidato a MVP nella sua stagione da sophomore, ha goduto di mezza giornata di riposo, giocando solo 26 minuti, ma risultando comunque il miglior giocatore della sfida, con 26 punti (non fa una grinza: viaggia praticamente a un punto per minuto), 9 assist e 6 rimbalzi. Da parte dei Pelicans, nessuno è andato oltre ai 15 punti messi a segno dal veterano J.J. Redick. Una partita negativa, in occasione della quale Nicolò Melli ha disputato solo 9 minuti di garbage-time, senza trovare il canestro nei suoi due tentativi e mettendo a referto un rimbalzo e un assist.

I Pelicans attendono tempi migliori, e visto l’inizio di stagione ormai compromesso, saranno molto cauti nell’integrazione dell’attesissimo numero uno del Draft Zion Williamson, operato sei settimane fa al menisco. Effettivamente, rischiare non serve a nulla. D’altra parte i Mavericks, con la coppia di giovani europei (entrambi cresciuti in Spagna) Doncic-Porzingis, iniziano a sognare in grande. Ci si attendeva una bella stagione per il franchise di Dallas, ma probabilmente neanche il proprietario Mark Cuban e coach Rick Carlisle si aspettavano tanto.

I Mavs sono secondi solo dietro ai Lakers di LeBron James e Anthony Davis, ma davanti ai Nuggets di Nikola Jokic, ai Clippers di Kawhi Leonard e Paul George e ai Rockets di James Harden. Dopo un quarto abbondante di stagione non c’è più niente da nascondere: i Dallas Mavericks sono chiaramente una squadra contender al titolo e Luka Doncic, con una media di oltre 30 punti a partita (dietro solo a James Harden e Giannis Antetokounmpo), oltre ai 10 rimbalzi e 9 assist (secondo dopo LeBron James), è un evidente candidato al titolo di MVP della stagione.

Nato il 28 febbraio 1999 a Lubiana. Tutti gli aggettivi migliorativi del dizionario italiano (ma anche inglese, spagnolo e sloveno) sono già stati utilizzati per definirlo. Semplicemente Luka Doncic, non serve aggiungere altro.

[Immagine di copertina: NEW ORLEANS, LA – DECEMBER 3: Luka Doncic #77 of the Dallas Mavericks shoots the ball against the New Orleans Pelicans on December 3, 2019 at the Smoothie King Center in New Orleans, Louisiana (Photo by Layne Murdoch Jr./NBAE via Getty Images)]