Home NBA Commozione per i Bucks dopo il boicottaggio, vittoria col magone e 4-1 su Orlando
Commozione per i Bucks dopo il boicottaggio, vittoria col magone e 4-1 su Orlando

Commozione per i Bucks dopo il boicottaggio, vittoria col magone e 4-1 su Orlando

0

Una Milwaukee in grande crescita fa sua la serie contro i Magic, chiudendo gara 5 col punteggio di 118-104. Prima della gara, grande commozione per la pagina di storia sportiva scritta Mercoledi, col boicottaggio della gara in programma (poi giocata questa notte) in solidarietà con quanto successo a Jacob Blake, a Kenosha in Wisconsin, non lontano dalla stessa Milwaukee – boicottaggio poi ripetuto da altre leghe sportive americane. Tutta la squadra compatta in ginocchio durante l’inno, e addirittura George Hill ad attendere la fine dello stesso prima di entrare in campo: ”Onestamente non me la sentivo di giocare questa sera, ma non lascerò mai la mia squadra sola”. Aggiunge Middleton: “Pensiamo che il miglior modo che abbiamo per dare una mano e’ rimanere qua e alzare la nostra voce”. Un unione d’intenti che e’ servita, alla fine, a Milwaukee per condurre con decisione e compattezza gara-5 contro gli Orlando Magic, e chiudere la serie sul 4-1. Magic che non sfigurano, come spesso durante la serie, e si tengono vicini fino a meta’ gara, per poi tornare sotto a -3 a pochi minuti dal termine, dove i Bucks ingranano la quinta e la chiudono con un grande Middleton (21+10r per lui, ormai tornato ai suoi livelli) e al solito (fresco di premio di Difensore dell’Anno) Giannis Antetokounmpo (28 punti e 17 rimbalzi). Gli Orlando Magic chiudono la stagione con la nota positiva di Nikola Vucevic, ormai consolidato All-Star e 28 punti di media nei playoff (con 11 rimbalzi), ma le defezioni di Bamba e Gordon hanno pesato – non sostituite degnamente da chi ne ha fatto le veci. Per i Milwaukee Bucks una sfida difficilissima ora in semifinale ad Est contro i giovani rampanti Miami Heat. Gara 1 Lunedì notte.