FIBA U16 EUROPE: L’Italia di Gregor Fucka conquista la medaglia di bronzo

Italia
Tommaso Marangoni, con le sue due triple nel finale, ha aiutato l’Italia a vincere il bronzo – FIBA

Dopo la sconfitta in semifinale contro la Francia, l’Italia Under 16 di Gregor Fucka ha disputato la finale di consolazione per la medaglia di bronzo contro la Russia, battuta ieri dalla Spagna. Al termine di una sfida intensa, gli azzurri hanno conquistato una meritata vittoria per 73-68, mettendosi al collo la medaglia di bronzo nella cornice di un Palasport Carnera gremito di pubblico.

Gli azzurrini sono partiti bene, aggredendo l’incontro, con Nicola Giordano attivo sotto canestro e Matteo Spagnolo a tutto campo. Una tripla di Tommaso Marangoni e un layup di Gianmarco Fiusco hanno permesso all’Italia di chiudere il primo parziale avanti 20-11. La Russia non si è arresa, e nel secondo quarto ha restituito lo stesso parziale ai padroni di casa, mandando le due compagini a riposo sul 31-31.

Nella seconda metà della sfida si sono fatti sentire i nervi, visto l’importante posta in gioco. La Russia ha trovato il canestro per prima, e l’Italia è stata costretta a inseguire. Matteo Spagnolo e Davide Casarin hanno realizzato punti importanti, e dopo 30 minuti di gioco il risultato registrato è stato ancora di parità: 49-49. La Russia è andata a segno per prima negli ultimi decisivi 10 minuti, con una tripla di Aleksandr Kolosov, quindi Casarin ha riportato la partita dal lato azzurro. Marangoni ha risposto alla tripla di Nikita Evdokimov, e Spagnolo dalla lunetta ha pareggiato i conti a 58 dopo il layup di Iaroslav Niagu. Ancora scambio di canestri ed estremo equilibrio in campo, fino alla nuova tripla di un Marangoni in serata di grazia. Anche Nicola Giordano si è unito al festival della tripla e l’Italia ha iniziato ad assaporare il gusto del bronzo. Gli avversari sono tornati sul -3, quindi due tiri liberi di Spagnolo hanno chiuso la sfida con trionfo azzurro.

L’Italia ha fatto del collettivo la sua forza, chiudendo con quattro uomini in doppia cifra: Davide Casarin (14 punti, 6 assist, 4 rimbalzi), Nicola Giordano e Tommaso Marangoni (13 punti a testa) e Matteo Spagnolo (11 punti e 6 rimbalzi).

Al termine della finale tra Spagna e Francia in programma alle 21.00, in occasione della cerimonia di premiazione dove vedremo i nostri ragazzi sul terzo gradino del podio, verrà reso noto il quintetto ideale del torneo, con ottime possibilità di vedere qualche azzurro farsi con un riconoscimento individuale, al termine di una settimana intensa e ricca di emozioni.