FIBA U16 EUROPE: L’Italia tenta la rimonta ma cade con la Francia in semifinale

Italia
Gianmarco Fiusco lotta con l’altissimo Wembanyama – FIBA

L’Italia Under 16 di Gregor Fucka, dopo essersi qualificata per le semifinali rimontando contro la Grecia, è entrata nella lotta per le medaglie nel torneo in corso a Udine. L’ultimo avversario tra gli azzurrini e la gran finale era la Francia, un rivale sempre duro e competitivo a livello giovanile. I transalpini, superiori in fase di rimbalzo, si sono imposti per 56-73.

Come ci hanno abituato nelle sfide precedenti, gli azzurrini hanno iniziato sotto, venendo sorpresi dal gioco e dalla grinta avversari. La Francia ha infatti chiuso comodamente avanti 10-29 il primo quarto. Già in avvio di secondo parziale le cose sono iniziate a cambiare, con Davide Casarin capace di trovare il canestro, seguito da Gianmarco Fiusco. Tommaso Marangoni da tre ha fatto sperare in una nuova miracolosa rimonta, riducendo lo svantaggio al -13 (19-42) all’intervallo.

In avvio di ripresa l’Italia ha continuato a soffrire la presenza dell’altissimo Victor Wembanyama (2.18) nel pitturato, che ha raggiunto quota 9 punti e 10 rimbalzi personali, e ha costretto Fucka a chiedere il time-out sul 29-51. Una tripla di Matteo Spagnolo, fino al momento abbastanza fuori partita, ha provato a suonare la carica, ma la Francia non ha abbassato l’intensità. L’Italia ha segnato a singhiozzo anche dalla lunetta, e dopo 30 minuti di gioco l’impietoso marcatore ha fatto registrare il punteggio di 37-60. L’Italia ha tentato il tutto e per tutto, aggredendo l’ultimo quarto con un parziale favorevole di 8-0. Il canestro di Casarin e il recupero di Ivan Onojaife hanno acceso gli animi del pubblico del Carnera, che al successivo centro di Spagnolo è esploso. Ancora un tiro libero del playmaker del Real Madrid e lo svantaggio azzurro si è ridotto a -10 (50-60) con più di mezzo tempo da giocare. La tripla di Francesco Gravaghi ha portato gli azzurrini sul -9, e il layup di Spagnolo sul -7. La Francia ha cercato di pausare il ritmo dell’incontro, e due tiri liberi di De Sousa hanno fatto respirare i transalpini. Gli azzurri ci hanno provato in tutti i modi a culminare la rimonta, ma la stanchezza e la mancanza di lucidità hanno fatto prendere loro qualche decisione non accertata.

Matteo Spagnolo ha chiuso con 16 punti e 5 rimbalzi, Davide Casarin 12 punti, 4 rimbalzi e 3 assist e Francesco Gravaghi 10 punti. L’MVP azzurro è stato Gianmarco Fiusco, con 8 punti, 5 rimbalzi, 4 assist e 12 di valutazione. Victor Wembanyama è stato il migliore della Francia con 12 punti, 13 rimbalzi e 5 assist (24 di valutazione).

L’Italia affronterà quindi la Russia nella lotta per la medaglia di bronzo sabato alle 18.45, mentre la finalissima in programma alle 21.00 sarà Spagna-Francia.