Mondiali: I giocatori della Costa D’Avorio in sciopero, mondiale a rischio?

Costa D'Avorio
La Costa D’Avorio di coach Paolo Povia è in sciopero

I giocatori della Costa D’Avorio, avversaria dell’Italia in occasione della Trentino Cup disputata due settimane fa, sono in sciopero, secondo quanto riferito da Eurohoops.

Il portale di riferimento per la pallacanestro in Europa ha riportato la notizia resa pubblica dal sito locale sport-ivoire.ci, nel quale di fa riferimento a un compenso pattuito e non pagato loro dalla Federazione del paese africano. La squadra, infatti, ha effettuato una tournée per l’Europa di una ventina di giorni (oltre che in Italia, hanno giocato ad esempio anche in Spagna), e a 18 perché inizi il mondiale il capitano Edi Guy Landry, in quanto portavoce dei suoi, ha fatto sapere che questo è veramente troppo.

Dopo un mese di allenamenti, infatti, i giocatori non hanno ricevuto nessun versamento, nonostante fosse stato loro promesso il pagamento della metà del premio stabilito in vista dei mondiali. Landry ha fatto presente che tutte le spese intraprese per il soggiorno europeo, come viaggi e notti di hotel, sono state a carico degli stessi giocatori, così come le spese mediche che stanno affrontando i giocatori infortunati (attualmente tre, e per fortuna non gravi).

La Costa D’Avorio, allenata dall’italiano Paolo Povia, è quindi ufficialmente in sciopero: una misura drastica in attesa di ricevere dalla federazione quanto pattuito al più presto. La nazionale africana, che ha quindi temporaneamente sospeso la preparazione, è inserita nel Gruppo A con Cina (paese ospitante), Polonia e Venezuela.