Trentino Cup: La Costa D’Avorio batte la Svizzera, nella quale Capela gioca un tempo

Clint Capela
Clint Capela (Svizzera) – Laura Cristaldi per BasketItaly

TRENTO – La partita tra Svizzera e Costa D’Avorio ha aperto le danze della nona edizione della Trentino Cup alla BLM Group Arena di Trento. In un palazzetto mezzo vuoto in attesa del piatto forte, l’esordio della nazionale italiana di Meo Sacchetti contro la Romania, i presenti hanno assistere alle prodezze sul parquet di un pezzo grosso: Clint Capela. Il centro titolare degli Houston Rockets, infatti, è nato a Ginevra nel 1994 da genitori dell’Angola e del Congo, ed è quindi nazionale svizzero a tutti gli effetti.

La presenza di Capela in campo ha catalizzato tutte le attenzioni, visto che non capita tutti i giorni di poter vedere in azione un top-player NBA. La Svizzera scenderà in campo venerdì in un incontro ufficiale per la pre-qualificazione all’EuroBasket del 2021, torneo nel quale sarà impegnata anche la Romania: le due squadre si trovano quindi nella fase conclusiva della propria preparazione, mentre la Costa D’Avorio, così come l’Italia, disputerà i Mondiali che prenderanno il via il 31 agosto, e si trova quindi all’inizio del suo percorso di preparazione, proprio come gli azzurri.

Capela, che non è mai uscito dal campo nel corso della prima parte, è stato dominante nel primo quarto, chiuso sul 21-18 per la Svizzera. Il giocatore dei Rockets ha messo a segno 8 punti e preso 5 rimbalzi (diventati 10 e 8 a metà gara), calando le proprie prestazioni personali in occasione del secondo parziale, che ha visto comunque gli elvetici andare a riposo in vantaggio 35-33.

Paolo Povia, il coach italiano della Costa D’Avorio, ha visto come i suoi sono riusciti a ribaltare la situazione in avvio di ripresa, considerando anche che Capela non è tornato in campo da parte svizzera. Gli ivoriani, grazie al gioco corale e fisico e con il buon apporto dell’ala grande dell’Unicaja Malaga Deon Thompson, statunitense naturalizzato e con esperienza in diverse squadre europee, sono riusciti a portare il proprio vantaggio oltre la doppia cifra, chiudendo il terzo quarto sul 48-53 dopo che la Svizzera è riuscita ad accorciale le distanze.

La Svizzera non si è data per vinta e si è rifatta sotto, sfiorando il -2 a metà periodo. La Costa D’Avorio ha trovato la tripla, e poi si è distanziata ulteriormente sul marcatore grazie a Landry in transizione. Gli africani sono riusciti a tenere duro nonostante l’ultimo tentativo di rimonta svizzero, e a imporsi per 68-69.