Italy in Europe: Serata storta per Michele Vitali e per il suo Andorra

Michele Vitali
Michele Vitali, in panchina per problemi di falli – ACB Photo / Albert Martín

Quarta giornata di campionato per il MoraBanc Andorra di Michele Vitali, che ha affrontato il Baxi Manresa in casa. Serata storta per la guardia bolognese, incapace di trovare il canestro e limitato dai falli. La sua squadra ha perso per 77-82 nonostante una prova colossale di Dylan Ennis, autore di 36 punti e 48 di valutazione.

Ibon Navarro ha confermato Michele Vitali in quintetto, e l’azzurro ha subito fatto sentire la sua presenza a tutto campo, anche se non è risultato effettivo in fase di tiro. Dylan Ennis, fratello dell’ex NBA Tyler ora al Fenerbahçe, è stato il migliore sin dal primo quarto, chiuso sul 19-15. Il Manresa è sceso in pista determinato nel secondo periodo, pareggiando i conti e rispondendo canestro a canestro. In chiusura di parziale gli ospiti si sono fatti forti, mandando le due squadre negli spogliatoi sul 34-38.

Michele Vitali è tornato in campo in avvio di ripresa, ma due nuovi falli personali commessi, uno in attacco e uno in difesa, sommati ai due della prima parte, l’hanno virtualmente tolto dai giochi, con grande sconforto da parte sua. Il Manresa ha toccato il massimo vantaggio sul 34-44, ma l’Andorra ha saputo rimontare e rimettersi in partita nel giro di un paio di minuti grazie ancora a Dylan Ennis. In ogni caso, il Manresa non si è dato per vinto e ha ritrovato un certo vantaggio. Mentre i padroni di casa hanno continuato a fare carica a trovare la via del canestro, al Manresa i tiri sono entrati, una tripla di Lundberg da lontanissimo ha fissato il marcatore sul 49-62 in chiusura di terzo quarto.

Ospiti on-fire in avvio di ultimo parziale con due canestri consecutivi. Michele Vitali ha ripreso posto sul parquet nonostante i quattro falli. L’azzurro ha continuato a litigare con il ferro, ma ci ha pensato Ennis a far alzare i tifosi della Bombonera dai seggiolini. Un canestro di Vene ha riportato il Manresa in vantaggio di 10 punti con 4 minuti ancora da giocare. Orgoglio Andorra e svantaggio ridotto a quattro lunghezze in due minuti; un 2+1 di Lalanne ha nuovamente distanziato il Manresa, e una transizione di Renfroe ha chiuso virtualmente l’incontro a favore degli ospiti.