Home Serie A Pesaro lotta e sogna fino alla fine. Milano la spunta solo nel finale

Pesaro lotta e sogna fino alla fine. Milano la spunta solo nel finale

0

Federico Mussini

Non basta il cuore ad una grande Pesaro che lotta e resta in partita fino all’ultimo possesso contro l’Olimpia Milano ma cade 65-71.
Battere il colosso Milano e sbloccare lo 0 dalla classifica sarebbe stato un esordio indimenticabile per coach Giancarlo Sacco ma così non è stato. La Carpegna Prosciutto Pesaro accusa l’undicesima sconfitta consecutiva in campionato al termine di una partita combattuta e decisa solo nei minuti finali grazie alla maggior esperienza degli uomini di coach Messina.
A decidere il match il solito Sergio Rodriguez (16), protagonista della tripla del 61-67 al 35′ che spezza le gambe ad una Pesaro che era rientrata prepotentemente in partita ad inizio di ultimo periodo con un parziale di 9-2.
C’è solo Riccardo Moraschini a far compagnia allo spagnolo tra gli uomini in doppia cifra milanesi con 14 punti.

Pesaro rimanda dunque la prima vittoria in campionato anche se la prestazione di stasera contro Milano fa ben sperare per il futuro. Ben 4 gli uomini in doppia cifra per Pesaro, guidati da un ottimo Federico Mussini da 15 punti (3/7 da 2 e 2/4 da 3).

Carpegna Prosciutto Pesaro vs A|X Armani Exchange Milano 65-71

Pesaro: Barford 11, Drell ne, Mussini 15, Pusica 8, Calbini ne, Miaschi ne, Eboua 1, Chapman 10, Alessandrini ne, Thomas 4, Totè 10, Zanotti 6;
Milano: Della Valle 4, Mack 2, Biligha 6, Moraschini 13, Roll 4, Rodriguez 16, Tarczewski 6, Cinciarini, Burns ne, White 2, Brooks 9, Scola 9.