Home A2 Bozza Dpcm: nessun cambiamento per professionismo e per l’attività dilettantistica di vertice
Screenshot by BasketItaly Bozza Dpcm: nessun cambiamento per professionismo e per l’attività dilettantistica di vertice

Bozza Dpcm: nessun cambiamento per professionismo e per l’attività dilettantistica di vertice

0

A breve il presidente del consiglio Giuseppe Conte firmerà il nuovo DPCM, valido fino al 3 dicembre.

In riferimento allo sport non cambia nulla:  confermati gli sport professionistici, quindi per il basket serie A, A2 e B maschile nonchè A1 e A2 femminile. Gli sport professionistici, leggendo la bozza, sembrano confermati anche nelle zone arancioni (elevata gravità e rischio alto) e rosse (massima gravità e rischio alto).

Non cambia nulla anche per l’attività dilettantistica di vertice.

Si parla di una zona rossa estesa a Piemonte, Calabria e Lombardia, ma su questo deciderà l’ordinanza del ministero della Salute.

Questo il testo della bozza:

d) è consentito svolgere attività sportiva o attività motoria all’aperto, anche presso aree attrezzate e parchi pubblici, ove accessibili, purché comunque nel rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno due metri per l’attività sportiva e di almeno un metro per ogni altra attività salvo che non sia necessaria la presenza di un accompagnatore per i minori o le persone non completamente autosufficienti;
e) sono consentiti soltanto gli eventi e le competizioni ‒ riconosciuti di interesse nazionale con provvedimento del Comitato olimpico nazionale italiano (CONI) e del Comitato italiano paralimpico (CIP) ‒ riguardanti gli sport individuali e di squadra organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali, all’interno di impianti sportivi utilizzati a porte chiuse ovvero all’aperto senza la presenza di pubblico. Le sessioni di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, degli sport individuali e di squadra, partecipanti alle competizioni di cui alla presente lettera, sono consentite a porte chiuse, nel rispetto dei protocolli emanati dalle rispettive Federazioni Sportive Nazionali, discipline sportive associate e Enti di promozione sportiva;