fbpx
Home NBA NBA – James Harden: Ho fatto il possibile per Houston, ma non siamo da titolo
James Harden - Twitter Digital NBA – James Harden: Ho fatto il possibile per Houston, ma non siamo da titolo

NBA – James Harden: Ho fatto il possibile per Houston, ma non siamo da titolo

0

Nel post gara del ko dei suoi Hoston Rockets contro i Los Angeles Lakers per 100-117, James Harden ha rilasciato delle parole essenziali, quanto nette.

“Non siamo nemmeno vicini, onestamente, a quella squadra, ovviamente ai campioni in carica, e a tutte le altre squadre d’élite. Voglio dire, potete capire la differenza di questi ultime due partite. Sorpreso perché non siamo rientrati in partita? Assolutamente no, non siamo abbastanza forti per farlo. A livello di talento, di chimica di squadra, manca tutto. È chiaro già da un po’. Io amo questa città, ho letteralmente fatto tutto il possibile per provare a vincere, ma la situazione in squadra in questo momento è folle. Non credo sia qualcosa che si possa risolvere”.

Dopo un «grazie», ha quindi lasciato i microfoni.


In una gara senza storia, “Il Barba” ha prodotto 16 punti in 31’ con 5/16 dal campo seppur con 7 rimbalzi e 6 assist.

E’ stata la quarta gara in fila sotto i 20 punti, la serie più lunga dal 2011-2012, quando era agli Oklahoma City Thunder. OKC. Nelle ultime tre stagioni ha dominato la classifica marcatori NBA, ma attualmente James Harden è fermo a 24.8 a partita, diciottesimo assoluto. Mai così in basso da quando è arrivato a Houston.

A quanto riportato da ESPN la volontà del giocatore sarebbe finire a Brooklyn, dove peraltro è in corso il “caso Irving”, per ricongiungersi all’amico Kevin Durant e dare l’assalto al titolo.


Invece, a quanto riportato da The Athletic, la “beat writer” Kelly Iko ha sottolineato il serio approccio del giocatore una volta raggiunti i compagni in palestra dopo le questioni di inizio stagione, ma il record della squadra in campo ne avrebbe esaurito la pazienza.

https://twitter.com/TheAthletic/status/1349215019561586689


In più, Harden sembra non abbia ancora ritrovato del tutto il suo peso-forma ideale (nonostante in campo senza la tuta appaia in modo ben diverso, più vicino ai 100 kg “dichiarati”), come sottolineato da uno dei telecronisti americani che, di fronte alle immagini ingenerose nei confronti di Harden del prepartita, ha commentato: “Harden sicuramente avrà mangiato prima di scendere in campo”.

 

foto da Twitter Digital


I suoi tre anni di contratto sono una garanzia per i Rockets, che tuttavia si rendono conto del fatto che la sua presenza in spogliatoio è ormai problematica per tutto il resto del roster, come dimostrato dalle parole di uno stizzito John Wall:

“Quella è la sua opinione. Non posso sapere quali sono i suoi pensieri e i suoi sentimenti nei confronti della squadra. So però quanto stiamo lavorando duro per provare a essere migliori ogni giorno. Sono passate soltanto nove partite di regular season, non mi sembra il momento di dare dei giudizi definitivi”.