Home Editoriali Do You Remember? – L’alpino Michele Mian
foto richiesta e ceduta da Michele Mian Do You Remember? – L’alpino Michele Mian

Do You Remember? – L’alpino Michele Mian

0

Come primo appuntamento stagionale per la rubrica “Do You Remember?” oggi parliamo di un giocatore che senza tanto clamore, lavorando con passione giorno dopo giorno, ha dato tanto al nostro basket e con la Nazionale ha anche raggiunto traguardi e medaglie importanti. Naturalmente faceva parte del gruppo di eroi di Parigi 1999 e di Atene 2004: si tratta di Michele Mian. Un esterno di 1,96 m, un tiratore preciso e ottimo difensore, uno che ha sempre dato il massimo sul parquet. Una persona umile e riservata, un giocatore affidabile, capace di spendersi soprattutto per la squadra.

Nato a Gorizia il 18.07.1973, a undici anni inizia a giocare a basket nel settore giovanile del suo paese, Aquileia e dopo qualche anno passa alla Pallacanestro Gorizia, dove inizierà la sua carriera partendo dalla serie B.

CLUB

Nel 1994 conquista prima la promozione in A2 e nel 1998 in A1. Per problemi finanziari la società goriziana cede i suoi diritti a Pesaro dove si trasferisce anche Mian. Dopo un anno rientra in regione per a vestire la maglia della PAU – Snaidero Udine, dove rimarrà per 6 stagioni. Nel 2006 passa a Rieti in Legadue e conquista una nuova promozione, vincendo anche la Coppa Italia di categoria. Nel 2008-09 si trasferisce a Veroli, dove si aggiudica un’altra Coppa Italia di Legadue, prima di concludere la sua carriera a Cantù nel 2011. Alla fine farà registrare in serie A 449 presenze e 4516 punti

NAZIONALE

Nell’estate del 1994 viene convocato – unico giocatore di B – nella Nazionale U22 con la quale disputa un ottimo europeo in Slovenia, coronato dalla medaglia d’argento. Nel 1997 viene prima aggregato alla Nazionale Sperimentale a Bari, con la quale vince un altro argento, poi il 23.12 dello stesso anno esordisce a Madrid con la Nazionale maggiore, in Brasile – Italia, dove segna i suoi primi 8 punti. Nel 1999 vince l’Oro agli Europei francesi e riesce anche a partecipare alle Olimpiadi Militari di Zagabria. Nel 2000 va alle Olimpiadi di Sidney e nel 2001 agli Europei in Turchia, prima di vincere un bronzo agli Europei in Svezia nel 2003. Il culmine però arriva nel 2004, quando fa parte della spedizione che porterà a casa l’ultima medaglia azzurra, l’argento olimpico di Atene 2004. Alla fine della sua esperienza in Nazionale potrà vantare ben 158 presenze e 810 punti.

Tra un’avventura cestistica e l’altra nel 2001 è riuscito anche a laurearsi con il massimo dei voti in Storia e Filosofia. Una volta appese le scarpe al chiodo, dopo aver svolto alcuni incarichi rappresentativi nel mondo dello sport, nel 2013 apre a Udine la sua scuola di basket, e si dedica ai bambini dai 5 ai 13 anni e dal 2016 diventa istruttore di minibasket.