fbpx
Home Coppe Europee EuroLeague EuroLeague – Il Baskonia di Polonara e Fall vince in controllo, cade la Stella Rossa
Achille Polonara - ACB Photo/F. Robledano EuroLeague – Il Baskonia di Polonara e Fall vince in controllo, cade la Stella Rossa

EuroLeague – Il Baskonia di Polonara e Fall vince in controllo, cade la Stella Rossa

0

Per il 26° round della Turkish Airlines EuroLeague, alla Fernando Buesa Arena di Vitoria si sono incontrate Baskonia e Stella Rossa Belgrado. Il match è stato vinto abbastanza facilmente dai baschi padroni di casa per 87-67.

Dopo il match vinto settimana scorsa contro il Khimki, arriva quindi la quarta vittoria di fila per il Baskonia che continua a implementare la sua speranza verso i playoff.

Partita sempre condotta dalla compagine allenata da Dusko Ivanovic che ha toccato come massimo vantaggio il +24 sul 46-22 al 18′. Da lì è stato assoluto controllo per i baschi con il centro Youssoupha Fall al suo career high in EuroLeague con 20 punti e 6 rimbalzi.

Achille Polonara chiude da co-Mvp del match sporcando quasi tutte le stats con 12 punti (6/7 da due), 8 rimbalzi, 5 assist, 2 stoppate per 22 di valutazione in 28′ sul parquet.

Alla Stella Rossa non sono sufficienti i 14 di Jordan Loyd e i 10 di Corey Walden.

Cronaca del match

Grande inizio tra le due metà campo di Youssoupha Fall e del “nostro” Achille Polonara (6 punti, 3 rimbalzi e 3 assist per l’anconetano nella frazione iniziale) che conducono il Baskonia sul 14-3 dopo 5′, time-out Stella Rossa. I padroni di casa continuano a tenere la doppia cifra di margine fino al 16-6, ma i serbi con Jordan Loyd e Corey Walden riducono sensibilmente il divario, è 21-16 dopo i primi 10′.

Sedekerskis e Jekiri con le inchiodate provano a confermare il momento della compagine di coach Dusko Ivanovic, 25-16 al 12′. Giedraitis e Jekiri portano la compagine di casa sul nuovo +11 (31-20 al 14′), la tripla del lituano mette il massimo vantaggio di +14, 34-20 al 15′. Stella Rossa in enorme difficoltà contro i lunghi del Baskonia che dominano, e se poi ci pensa pure Luca Vildoza a bucare la difesa serba in transizione, la partita per i biancorossi di Belgrado si fa durissima, 42-20 al 17′. Youssoupha Fall è immarcabile e mette il +24 sul 46-22 dopo 18′. Jordan Loyd accorcia per gli ospiti, ma il canestro di Luca Vildoza manda le squadre negli spogliatoi sul 48-27.


Due triple di Dejan Davidovac per la Stella Rossa aprono il secondo tempo, ma il Baskonia risponde altrettante bombe, 54-33 al 23′. Continuano i padroni di casa a tenere a bada gli avversari grazie a soluzioni sotto-canestro e una buona circolazione di palla, è 59-37 al 25′, time-out Radonjic. Ci prova il 21enne Uskokovic per i serbi a dirigere la squadra ospite, ma gli iberici anche con il contributo di Polonara tengono i 21 punti di vantaggio, 63-42 al 28′. Ma la Stella Rossa con un gioco da 4 punti di Onjen Dobric, risale la china sul -15, momentaneamente però, perchè Henry chiude sul +18 i trenta minuti, 66-48.

Ultimo quarto: la Stella Rossa continua a sperare riducendo ancora il passivo arrivando sul -14 a 7’12” dalla fine sul 69-55. Youssoupha Fall spende il 4° fallo, mentre i serbi si riavvicinano a -13, ma la tripla di Alec Peters e la schiacciata di Polonara in contropiede ridanno il +18 ai baschi, 76-58 a 5’44”, time-out Dejan Radonjic. Lentamente la Stella Rossa si spegne, la regia di Pierria Henry e i canestri di Luca Vildoza danno il +20 al Baskonia a 4’07” dalla conclusione. Finisce 87-67.