fbpx

Il Lokomotiv Kuban ha vita facile, Venezia cade malamente nell’ultimo quarto

Jeremy Chappell - Umana Reyer Venice (photo Lokomotiv) - EC19

foto da eurocupbasketball.com

Nel Round 2 di 7 DAYS EuroCup alla Basket Hall di Krasnodar, l’Umana Reyer Venezia cade contro il Lokomotiv Kuban allenato da Luca Banchi per 77-63.

E’ la quarta sconfitta consecutiva per gli orogranata campioni d’Italia in carica tra campionato e coppa europea, quinta nelle prime sette gare ufficiali compresa la Supercoppa.

Venezia ha toccato l’ultimo suo vantaggio al 16′ sul 25-26 con Daye, da lì il Kuban ha piazzato un parziale che l’ha portato fino al 45-31 a metà terzo periodo. Venezia con la garra di Andrea De Nicolao e la solidità sotto le plance di Gasper Vidmar ha provato a reagire e si è portata sul -3 al 28′ sul 51-48 con la possibilità di pareggiare il match con Michael Bramos, ma la squadra russa con prima Cummings e Kalnietis, poi Kulagin e Alan Williams, ha chiuso il match nell’ultimo periodo con Venezia naufragata fino al -17 sul 69-52 che ha di fatto chiuso il match a 4′ dalla fine.

Per la squadra guidata da Walter De Raffaele pesano molto le 18 palle perse, la battaglia a rimbalzo (40 a 24 con il Loko a catturare 12 carambole offensive) e scarse percentuali al tiro.

MVP BasketItaly.it: Sam Dekker.

Lokomotiv Kuban Krasnodar – Umana Reyer Venezia 77-63 (19-14; 38-31; 56-48)

Kuban: Dekker 15, Cummings 14, Motovilov ne, Fridzon 5, Apic 6, Kalnietis 6, Ivlev, Ilnitskiy, Williams 12, Kulagin 14, Gerasimov ne, O’Bryant 14. Coach: Luca Banchi

Venezia: Udanoh 2, Stone 2, Bramos 5, Tonut 10, Daye 14, De Nicolao 3, Filloy 3, Vidmar 9, Chappell 4, Pellegrino ne, Cerella, Watt 11. Coach: Walter De Raffaele.

Arbitri: Emilio Perez (Spagna), Ersan Kartal (Turchia) e Uros Nikolic (Serbia).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata