fbpx

A2 Ovest – Monologo Torino a Casale, il Palaferraris cade ancora

A metà partita, Kruize Pinkins ha una valutazione superiore a tutta Casale (23 contro 21). Basta questo dato a dire quanto sia stato a senso unico il derby piemontese, vissuto su una prova corale schiacciante di Torino, che ha fatto sembrare i padroni di casa terribilmente inadeguati. Una disparità sorprendente, un equilibrio andato in frantumi in pochi minuti, il tempo che l’unico vantaggio monferrino del match (5-4) fosse spazzato via da un immediato 0-9. Diop toglie dal campo Sims (3 punti con 1/10 dal campo dopo 30’), assieme a Pinkins allontana i rossoblu dal pitturato, mentre sugli esterni le cose vanno, se possibile, ancora peggio. Denegri non ci capisce nulla e commette presto tre falli, l’avvicendarsi in regia non produce nulla e quando entra Alibegovic, sesto uomo per modo di dire, Torino va in doppia cifra di vantaggio (22-32). Il contropiede diventa un’arma frequente per una squadra rapida e veemente nei ribaltamenti come quella di Cavina, che sa crearsi condizioni di tiro ottimali in pochi istanti e capitalizza al massimo la regia approssimativa di Casale. Il terzo fallo di Diop su una delle poche incursioni riuscite al ferro – gioco da tre punti di Piazza – sembra poter stemperare la foga degli ospiti, che invece vanno al massimo vantaggio proprio in chiusura di tempo (29-46). Al 20’, Casale tira 6/18 da 2 contro il 14/23 di Torino. La ripresa ha un unico sussulto in avvio di terzo periodo, quando sette punti filati di Martinoni (nettamente il migliore dei suoi con 16 punti e 5 rimbalzi) riportano Casale a -10; è un fuoco di paglia, spento subito dai soliti Diop e Pinkins. Casale rimane aggrappata al match in qualche maniera fin quando entra qualche tiro pesante, sul finire di terzo quarto va di nuovo sott’acqua e così il quarto conclusivo è buono solo per le statistiche. Finisce 63-85, la sensazione è che Torino, a ranghi completi o quasi (ancora fuori Traini) abbia un roster di una spanna sopra la concorrenza ad Ovest.

Novipiù Casale Monferrato – Reale Mutua Torino 63-85 (17-23, 12-23, 20-24, 14-15)

Novipiù Casale Monferrato: Niccolò Martinoni 16 (4/7, 1/2), Chris Roberts 12 (3/4, 2/9), Simone Tomasini 9 (1/4, 2/6), Deshawn Sims 7 (3/8, 0/2), Gora Camara 7 (0/3, 0/0), Fabio Valentini 6 (1/2, 1/5), Alessandro Piazza 3 (1/2, 0/0), Luca Cesana 3 (0/1, 1/3), Davide Denegri 0 (0/1, 0/1), Leonardo Battistini 0 (0/2, 0/0), Leonardo Da campo 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sirchia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 24 – Rimbalzi: 32 8 + 24 (Gora Camara 9) – Assist: 19 (Chris Roberts 6)

Reale Mutua Torino: Mirza Alibegovic 17 (2/6, 2/5), Kruize Pinkins 15 (3/3, 1/3), Daniele Toscano 13 (3/4, 2/3), Derrick Marks 12 (6/13, 0/4), Ousmane Diop 10 (5/8, 0/1), Luca Campani 9 (2/3, 1/2), Alessandro Cappelletti 7 (1/3, 1/4), Kurt Cassar 2 (1/1, 0/0), Andrej Jakimovski 0 (0/0, 0/0), Nicolo Ianuale 0 (0/0, 0/0), Andrea Traini 0 (0/0, 0/0), Francesco Reggiani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 18 / 20 – Rimbalzi: 40 9 + 31 (Kruize Pinkins 9) – Assist: 21 (Alessandro Cappelletti 7)