Home A2 A2 Ovest – Casale sfrutta le assenze di Scafati e vince la quarta partita di fila

A2 Ovest – Casale sfrutta le assenze di Scafati e vince la quarta partita di fila

0

Foto: ufficio stampa Junior Casale

Senza entrambi gli americani, con Rossato e Ammannato a scartamento ridotto, Scafati non fa il miracolo e si deve arrendere alla maggiore salute e brillantezza di Casale. I rossoblu hanno bisogno di cinque minuti di rodaggio a inizio gara per districarsi nella zona ospite, quindi iniziano a incunearsi negli spazi larghi concessi dalla difesa dei campani e prendono il largo, pur senza ammazzare del tutto la gara. Pinkins (21+13 rimbalzi e 5 asist) è il maggiore beneficiario dell’assenza di lunghi veri per Scafati, che ha ali poco mobili per seguire il centro juniorino; il suo gioco nel pitturato è la prima leva per allargare il divario, scavato dai numerosi viaggi in lunetta nel primo quarto. È nel secondo periodo però che Casale fugge, quando il tiro da tre inizia ad entrare e si accendono in contemporanea Musso e Pepper (30-19). Contento segna 12 punti nel quarto e tiene viva la Givova, per la Novipiù vanno a canestro un po’ tutti, le difese sono allegre e il punteggio lievita in fretta. Casale domina a rimbalzo (alla fine sarà 46-24, solo 2 rimbalzi offensivi per Scafati) e tiene il comando a metà gara sul 54-42.

Il copione non muta dopo l’intervallo, le guardie di Lardo si buttano dentro con coraggio e caricano di falli i rossoblu, Tommasini e Tavernari centrano qualche buona conclusione dall’arco, ma l’inerzia non muta. Quando si innesca anche Martinoni, silente nel primo tempo, arriva lo strappo per andare oltre le venti lunghezze di margine: la sua prima tripla di giornata vale il +21 (69-48), Denegri fa a fette l’area e semina il panico, la velocità di gioco di Casale è insostenibile per una Scafati che va in chiaro debito d’ossigeno. Nel quarto conclusivo la Junior amministra e si impigrisce leggermente, Scafati rientra al massimo a -16 (92-76), la schiacciata di Pinkins per il 96-76 chiude di fatto le ostilità e quel che rimane serve solo a fissare il punteggio sul 102-84. Con le maglie larghe concesse dalla squadra di Lardo, a zona praticamente per tutto l’incontro, Casale è nel suo habitat naturale e può sfogare l’intero potenziale offensivo: cinque uomini in doppia cifra e una valutazione di squadra di 135 dicono dello strapotere in campo. Scafati cede in modo dignitosissimo, offrendo una prestazione offensiva notevole viste le difficoltà attuali. A difesa del proprio ferro, invece, l’assenza di fisicità e atletismo non consente grossi risultati e il piano di rallentare il gioco dei padroni di casa regge solo nei primi 10’. Casale si avvicina all’obiettivo playoff, distanziando di quattro lunghezze le decime (Trapani e Scafati), per la Givova urge ritrovare elementi sani per chiudere bene la stagione.

Novipiù Casale Monferrato – Givova Scafati 102-84 (19-14, 35-28, 30-19, 18-23)
Novipiù Casale Monferrato: Kruize Pinkins 21 (5/8, 0/3), Davide Denegri 16 (1/2, 4/7), Dalton Pepper 15 (2/4, 3/10), Bernardo Musso 14 (2/3, 1/5), Niccolò Martinoni 11 (3/4, 1/2), Luca Cesana 9 (1/2, 2/5), Fabio Valentini 9 (2/2, 1/2), Leonardo Battistini 7 (2/3, 1/3), Riccardo Cattapan 0 (0/0, 0/0), Federico Banchero 0 (0/0, 0/0), Niccolò Lazzeri 0 (0/0, 0/0), Edoardo Giovara 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 27 / 31 – Rimbalzi: 44 12 + 32 (Kruize Pinkins 13) – Assist: 30 (Davide Denegri 7)
Givova Scafati: Filip Pavicevic 19 (6/9, 0/0), Marco Contento 18 (0/3, 2/7), Gabriele Romeo 12 (4/8, 0/1), Jonathan Tavernari 11 (1/7, 3/5), Claudio Tommasini 10 (2/4, 2/5), Marco Passera 10 (4/6, 0/1), Riccardo Rossato 2 (1/2, 0/1), Marco Ammannato 2 (1/1, 0/0), Brandon Solazzi 0 (0/0, 0/0), Aaron Thomas 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 25 / 28 – Rimbalzi: 21 2 + 19 (Filip Pavicevic 4) – Assist: 16 (Marco Passera 6)