Home Serie A Virtus Bologna si cambia: si dimette il CDA

Virtus Bologna si cambia: si dimette il CDA

0

Picchio Abbio Villalta Bambini

I cinque membri dell’attuale CDA della Virtus Bologna, comprendente il Presidente Villalta, il vicepresidente Albertini, l’AD Bottai e i consiglieri Marchesini e Bertolini, hanno rassegnato le loro dimissioni. Le stesse saranno formalizzate lunedì dall’assemblea dei soci della Fondazione, che approverà anche il bilancio della passata stagione. Cambieranno tre dei cinque membri, con le conferme quasi certe di Villalta e Albertini, mentre Bottai, impegnato nella trattativa per il Bologna FC, dovrà giocoforza rinunciare alla carica in Virtus. Discorso simile per i due consiglieri, che lasciano per motivi personali. 

Di seguito la nota della Fondazione, firmata dal Presidente Francesco Bertolini: 

Il Presidente della Fondazione Virtus, preso atto delle irrevocabili dimissioni dei componenti del Consiglio di Amministrazione della Virtus Pallacanestro Spa Alberto Marchesini e Gustavo Bertolini, e del successivo gesto di disponibilità rappresentato dalle dimissioni del Presidente Renato Villalta, del Vice Presidente Claudio Albertini e dell’Amministratore Delegato Piergiorgio Bottai, le quali saranno formalizzate nella riunione del Consiglio di Amministrazione di lunedì 29 settembre, ha convocato sempre per la stessa giornata una riunione del Consiglio di Indirizzo della Fondazione. “Dispiace che i consiglieri Marchesini e Bertolini abbiano rassegnato le dimissioni per sopraggiunti nuovi impegni personali e colgo l’occasione per ringraziare, oltre che i consiglieri dimissionari, anche il Presidente, il Vice e l’Amministratore Delegato per la sensibilità dimostrata, che ha messo la Fondazione in condizione di rinnovare il Consiglio di Amministrazione della Virtus Pallacanestro Spa per i prossimi tre anni. Sottolineo che il nuovo Consiglio avrà un chiaro segno di continuità con il passato, considerata l’importante esperienza maturata sin qui.”

Nel nuovo organigramma dovrebbe venire meno la figura dell’Amminastratore Delegato, sostituito da un Direttore Generale. Con le dimissioni di Bottai, esce di scena uno degli ultimi rappresentanti dell’era Sabatini, che era stato confermato con la nuova gestione. 

Con le nuove nomine si capirà anche come cambierà la gestione della Virtus, e non resta che attendere lunedì.