Varese, parla Bulgheroni: “Ad Avellino occasione persa. Moore? Lo supportiamo, ma dalla crisi deve uscirci da solo”

Sul momento della Openjobmetis Pallacanestro Varese interviene sulle colonne de La Prealpina Antonio “Toto” Bulgheroni, ex presidente e attuale consigliere di amministrazione della società biancorossa di piazza Monte Grappa.

Sulla sfida persa contro Avellino dopo essere stati sopra di 23 all’intervallo. “Era una partita che sulla carta che si poteva benissimo perdere – sottolinea – contro una squadra con giocatori dal valore tecnico ed economico importante. Per come si è sviluppata la gara però è un peccato aver perso dopo un primo tempo dominato anche con 3 triple fortunose. Nel primo tempo la squadra si è mossa molto bene; poi però il mix tra calo fisico e il rilassamento mentale dopo il più 23 di metà gara ci è costato carissimo; nel finale gli episodi ci hanno penalizzato tra errori banali dei nostri e giocate di classe pura di Green. Non ne faccio una tragedia ma la considero una occasione persa».

La reazione. «La cosa importante è che la sconfitta non lasci strascichi. Giustamente Attilio Caja ha dato un giorno di riposo a tutti, oggi i ragazzi torneranno in palestra con più intensità per prepararsi alle sfide contro Prishtina e Cremona. Sono due partite molto importanti che dobbiamo vincere, in particolare quella di domenica per andare 2-0 negli scontri diretti con la Vanoli e tenere dietro le inseguitrici»

Su Ronald Moore, giocatore in calo di rendimento. «La mia ricetta in questi casi è una sola: tranquillità e fiducia, perché il lavoro paga. Sono certo che Caja e Conti sapranno trovare le soluzioni giuste. La situazione Moore? Cerchiamo di dargli tutto il supporto necessario perché riesca ad uscire dalla crisi. Però deve essere lui a farlo, noi possiamo metterlo nelle condizioni giuste ma in campo ci va Ronnie. Che sembra più preoccupato di eseguire i giochi rispetto a trovare soluzioni personali»