Reggiana. Ferrarini: “Sprazzo di bel gioco, qualche progresso.” Landi: “Non nutrivamo speranza di vincere.”

L'immagine può contenere: 16 persone, persone che praticano sport e campo da basket

Post partita di Grissin Bon Pallacanestro ReggianaA|X Armani Exchange Olimpia Milano, gara persa dagli emiliani per 67-71, con le parole della società reggiana da Il Resto del Carlino di Reggio Emilia.

La presidente Maria Licia Ferrarini: «Qualche sprazzo di bel gioco qua e là l’abbiamo visto. E stato un match finalmente giocato, dove si sono visti dei progressi in materia di cattiveria e aggressività. Ci vorrà una dose dieci volte tanto nelle partite che ci restano e che contano molto. Faccio un appello al nostro pubblico: dico ai nostri tifosi grazie di esserci stati e invito tutti a sostenerci fino alla fine, ne avremo davvero bisogno».

Il patron Stefano Landi: «Non potevamo aspettarci di più oggettivamente dalla squadra, a fronte della nostra situazione condizionata da assenze importanti. Eravamo corti e per di più contro una corazzata come Milano. Non nutrivamo speranza di vincere».

Il vicepresidente Ivan Paterlini: «Abbiamo sopperito alle mancanze tecniche, dovute alle molte assenze di giocatori importanti, con il carattere. Bisognerebbe fare sempre così».