fbpx

Varese colpisce al PalaTaliercio, la Reyer cede sotto i colpi di Avramovic e Moore 61-66

L’Openjobmetis Pallacanestro Varese fa il colpo della giornata di Legabasket e sbanca il PalaTaliercio, battuta l’Umana Reyer Venezia 61-66. Sembrava una partita indirizzata dall’Umana Reyer dopo il primo quarto guidato da un furoreggiante Julyan Stone (12 punti con 4/4 da tre e 18 di valutazione dopo i primi 10′) che ha toccato il +14 all’inizio della seconda frazione sul 27-13. Sembrava un match scritto. Già, sembrava, perchè la pallacanestro insegna che nulla è scontato in partenza. E perchè l’Openjobmetis scesa al PalaTaliercio questa sera ha giocato con garra e difesa da playoff facendo lo stesso scherzetto della stagione scorsa all’Umana quando gli uomini di Caja vinsero 63-75. Varese si è ripetuta, terza vittoria consecutiva in campionato e terzo posto in classifica. Un’inerzia del match cambiata dal secondo periodo concedendo 7 punti agli oro-granata nel secondo quarto, 10 nel terzo e 18 nell’ultimo. Un’impresa, oscurando per la Reyer Haynes, Tonut e Watt, trovando in Aleksa Avramovic e Ronald Moore, oltre che a Tommy Scrubb e la presenza nel pitturato di Tyler Cain con 16 rimbalzi, i risolutori e i protagonisti della vittoria. Non è bastato alla Reyer l’orgoglio e il tentativo dopo il -10 al 33′ con Bramos a cercare di scuotere i compagni, Varese (pur con qualche brivido finale) ha vinto meritatamente.

CRONACA_ In avvio, dopo il lancio di peluche per l’iniziativa “Teddy Bear Toss” ai primi punti dell’incontro firmati da Moore, sono Stone e Daye con le triple a dare il primo strappo del match per il 9-2 veneziano dopo 3′, time-out Caja. Avramovic si fa notare per gli ospiti, ma è sempre la Reyer a condurre le danze con Stone a furoreggiare dall’arco e in transizione, è 26-13 dopo il primo quarto. La Reyer tocca il +14 con il libero di Watt, ma Varese con una migliore difesa e impedendo facili passaggi agli avversari rosicchia il divario grazie a Iannuzzi e Scrubb, 27-18 al 16′. Venezia ritorna a segnare con le triple di Mazzola e Haynes, ma l’Openjobmetis, complice anche un antisportivo chiamato a Tonut, con un solido Iannuzzi in difesa, si porta sul -3 con Scrubb e la tripla di Tambone, 33-30 all’intervallo.
Si ritorna in campo e Varese con Moore ritorna in vantaggio dallo 0-2 iniziale sul 33-34 al 22′, Vidmar e Haynes rispondono, ma gli ospiti con la solita ottima difesa e con facili ingressi in area, infilano il 39-42, time-out De Raffaele al 27′. Cain è presentissimo a rimbalzo, Venezia con i canestri di Daye e Tonut si porta sul -1. 43-44 dopo il terzo quarto. Ultimo periodo. E’ una Varese incredibile inn difesa che non permette nulla agli oro-granata, la fiducia dalla difesa passa all’attacco con Avramovic, Iannuzzi e Scrubb a scavare il solco sul +10 a 7’24” dal termine, time-out De Raffaele sul 43-53. E’ Michael Bramos a scuotere la Reyer con un gioco da tre punti, tripla di tabella di Avramovic, Haynes porta il -4, ma Ronald Moore con due canestri consecutivi a 1’47” dalla fine sembra chiudere la partita, time-out De Raffaele sul 52-60. Daye e De Nicolao con le tripla mettono il -4 a 1’13”, Daye sbaglia la tripla del -1 lagunare, e Venezia è costretta al fallo sistematico. Dopo l’1/2 di Scrubb dalla lunetta a 7”8 dal termine, Daye sbaglia la possibile nuova tripla del -1. Archie dalla lunetta chiude così i conti. Finisce 61-66.

MVP BasketItaly.it: Aleksa Avramovic.

Umana Reyer Venezia – Openjobmetis Pallacanestro Varese 61-66 (26-13; 33-30; 43-44)

Venezia: Haynes 7, Stone 12, Bramos 14, Tonut 2, Daye 12, De Nicolao 3, Vidmar 3, Biligha 2, Giuri, Mazzola 3, Cerella ne, Watt 3. Coach: Walter De Raffaele.

Varese: Archie 3, Avramovic 16, Gatto ne, Iannuzzi 6, Natali, Scrubb 13, Verri ne, Tambone 8, Cain 7, Ferrero ne, Moore 13, Bertone. Coach: Attilio Caja.

Arbitri: Gabriele Bettini, Alessandro Vicino e Gianluca Calbucci.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata