Torino-Varese per “punti importanti” in chiave salvezza, come sottolinea Vitucci

time out, vitucci, torino

Se guardiamo alle ultime 5 giornate le due squadre hanno messo insieme 2 vittorie su 10 partite, segno di come sia la Manital Torino che la OpenjobMetis Varese abbiano estremo bisogno di un successo per muovere la classifica. Entrambe le squadre hanno apportato numerosi cambiamenti al roster nel corso della stagione, nel tentativo di raddrizzare quel percorso incominciato male sin dalle prime giornate. Domenica alle 18:15 al PalaRuffini Torino cercherà di agganciare il treno salvezza (a quota 14 punti), mentre Varese proverà a dimenticare la beffa con Capo d’Orlando per allontanare gli incubi retrocessione.

Qui Torino
L’Auxilium dopo la vittoria casalinga con Cantù è caduta a Cremona segnando solamente 50 punti. Coach Frank Vitucci (grande ex di giornata) sa che l’attacco è uno dei punti cruciali e lo ha sottolineato in conferenza: “Punti importanti in un match che apre l’ultima parte di torneo, composta da 10 partite, un terzo della serie A Beko. Dovremo cambiare passo e farlo da subito approfittando del turno casalingo. A cavallo del break della scorsa settimana ci siamo allenati bene cercando di porre rimedio alle problematiche emerse anche nell’ultimo turno a Cremona. Troveremo una squadra che come noi ha cambiato molto alla ricerca del giusto assetto. Lo dimostra il fatto che ha raggiunto la quota di tesseramenti a disposizione. Dovremo affrontare l’incontro con energia e grande attenzione alla fase di attacco, quella nella quale siamo stati deficitari nell’ultimo periodo.
I tifosi? Se avessimo giocato per il livello del nostro pubblico saremmo da playoff. Invece non è stato così ma dovremo essere noi, come già detto in altre occasioni, ad innescare la miccia nella folla offrendo gli stimoli per incitarci ancora di più. Un percorso virtuoso da innestare.
Il neo-arrivato Goulding? Un giocatore di caratura internazionale, che è arrivato pronto a dare il proprio contributo e molto allenato, reduce dal suo campionato appena finito. Ha subito dimostrato intellingenza e velocità d’inserimento negli schemi. Penso che potrà risultare una pendina importante fin da domenica.” Vitucci avrà a disposizione tutti gli uomini e potrà testare per la prima volta il tiratore australiano.

Qui Varese
L’ultima sconfitta con Capo d’Orlando è stata la quarta di fila per la OpenjobMetis, che deve invertire subito l’andamento se non vuole sprofondare verso l’ultimo posto in classifica. Partita davvero delicata per gli uomini di Moretti, che al contrario della Manital hanno nella fase difensiva il loro punto cruciale, il coach si prepara così ad affrontare la partita: “Entriamo nel rettilineo finale del campionato incontrando una squadra che ha cambiato molto rispetto al match di andata. Non mi riferisco solo all’allenatore, ma anche e soprattutto nei ruoli di playmaker e di guardia. Ecco perché la partita sarà completamente diversa rispetto a quella dello scorso novembre. Torino può schierare una squadra la cui colonna è composta da giocatori italiani che il più delle volte sono stati decisivi nelle vittorie da loro conseguite. Dall’altra, però, può contare su un gruppo di stranieri tecnici che possono mettere tanti punti: mi riferisco a Dyson ed Eyenga, ma anche ad Ebi e White sotto canestro. Partita decisiva? Sicuramente importante perché la Manital, così come noi, è coinvolta nella lotta per evitare l’ultimo posto; bisogna anche dire però che poi avremo altre partite prima della chiusura del campionato. Ora però dobbiamo concentrarci sulla sfida di domenica. Dal punto di vista degli infortunati, dobbiamo valutare le condizioni di Faye e Kuksiks, usciti malconci dall’impegno europeo contro Gaziantep; faremo di tutto per averli a disposizione. Dall’altra sorridiamo per il rientro di Cavaliero che ritorna dopo l’infortunio alla spalla patito contro Cantù. Non sappiamo ancora quale sarà il suo contributo ma siamo estremamente felici di come si è allenato duramente in questo periodo grazie anche al lavoro dello staff medico al quale dedico un ringraziamento speciale.”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *