Home Serie A Super Bramos trascina la Reyer, piegata la Dinamo Sassari
Super Bramos trascina la Reyer, piegata la Dinamo Sassari

Super Bramos trascina la Reyer, piegata la Dinamo Sassari

0

Per la quinta giornata del campionato di LBA Legabasket Serie A Unipol Sai 2020/2021, al PalaTaliercio di Mestre l’Umana Reyer Venezia supera il Banco di Sardegna Dinamo Sassari per 99-92. Venezia con questa vittoria conquista il 4° successo in campionato e si piazza seconda solitaria (in attesa di Brindisi che sta giocando a Trieste in questi minuti) battendo nello scontro diretto proprio Sassari, ferma a record 3-2.
Che dire… Tra Venezia e Sassari non ci si stanca mai. Partita entusiasmante, ricca di emozioni, anche nervosa, comandata dalla Reyer per lunghi tratti della partita, ma la Dinamo non ha mai mollato, di forza e di spirito combattivo portandosi in vantaggio a inizio ultimo quarto con Kaspar Treier, ma Venezia l’ha vinta con un break di 14-2 dal 78-77 al 92-79 a 2′ dalla fine. Ma finita si dice solo alla fine, e così la squadra isolana ha messo tutto nella difesa asfissiante per rimontare e portarsi a -3 con la tripla di Bendzius a 35”2 dalla sirena e i liberi di Burnell a 19”3. Alla fine i liberi di Michael Bramos hanno chiuso il match, 28 punti (career high in Serie A, 27 era il precedente). Nel finale (e se ne parlerà più di questo che della partita stessa, immaginiamo) espulso coach Gianmarco Pozzecco per un battibecco con julyan Stone che lo accompagnava all’uscita con evidenti gesti e i due sono andati faccia a faccia. Tornando alla partita, oltre ai 28 di Bramos, decisive le prestazioni di Fotu, Tonut e Watt, gli altri in doppia cifra per la Reyer. Per Sassari bisogna menzionare i 29 di Eimantas Bendzius, e altri 5 giocatori in doppia cifra.

Cronaca del match

E’ un inzio di match Bramos (14 punti nella frazione) contro Bendzius (15): il primo fa ammattire nell’uscita dai blocchi gli avversari con le triple portando la Reyer sul 15-9 al 4′, mentre il lituano anche d’astuzia si guadagna tiri liberi ed entra in ritmo riducendo il divario praticamente da solo, è 15-14 dopo 5′. Partita ad alto ritmo, la Dinamo impatta con Bilan a quota 18 al 6′, poi Watt e Chappell danno una piccola sterzata a fin di periodo, è 31-24 dopo i primi 10′. Secondo quarto e Venezia tocca il +9 con Casarin, 33-24 dopo 11′. Sassari con Marco Spissu che si guadagna liberi d’esperienza e Bilan non riescono a frenare la Reyer che continua a comandare con buona circolazione di palla, rimbalzi con Gasper Vidmar e tiri da tre realizzati da Fotu e Stone, 39-31 al 14′, time-out Pozzecco. Tillman piazza il -6, ma Watt e Bramos portano la Reyer sul +10, 43-33 al 15′; Sassari però resta in partita grazie a Bendzius e Pusica, è 43-37 dopo 16′, time-out De Raffaele. Tonut e Fotu portano il +8 Venezia sul 47-39 al 19′. Intanto è un coach Pozzecco abbastanza nervoso sulla linea di fondo (a pochi metri da chi vi scrive) per il metro arbitrale, è per questo dopo aver urlato “E’ fallo!” viene sanzionato con un fallo tecnico. Venezia dal canto suo si porta sul +9 cpm Isaac Fotu per il 50-41 ma la tripla di Pusica riduce le distanze. È 50-44 all’intervallo.
Si ritorna in campo e Spissu con Bendzius limano il divario fino al -1; si bacchettano Spissu e De Nicolao con quest’ulttimo a ricevere fallo tecnico. Stone e Bramos portano però avanti la Reyer sul 63-56 al 26′, coach Pozzecco chiama time-out. Si accende Jason Burnell con otto punti di fila, poi Vasa Pusica riporta avanti la Dinamo dal 2-3 iniziale, è 65-67 al 29′, time-out De Raffaele. Venezia si aggrappa a Isaac Fotu che mette il vantaggio per i padroni di casa, ma Pusica impatta per il 69-69 dopo 30′ di match. Ultimo quarto: la Dinamo si affida a Kaspar Treier che mette sostanza e impatto per il 73-74 a 7’50” dal termine, ma la Reyer con Mazzola e Stone va sul +4, è 78-74 a 6’38” dalla fine, time-out Pozzecco. Treier mette la tripla del -1 Dinamo, ma Venezia con Tonut, Mazzola e Bramos si porta sul +13 a 2′ dalla fine, è 92-81 a 1’56” con i liberi di Bendzius, time-out Sassari. Finita? MA ASSOLUTAMENTE NO! Perchè la Dinamo con una difesa pressing asfissiante e molto al limite fa andare in crisi la Reyer rimontando fino al -3 con la tripla di Bendzius, 93-90 a 35”2 dalla fine. Dopo le coppie di liberi di De Nicolao e Burnell, è Bramos dalla lunetta e Watt con un gioco da tre – non realizzato – a chiudere il match. Oltre a un’espulsione di coach Pozzecco in lite con arbitri e Julyan Stone, venuti entrambi faccia a faccia. Finisce 99-92.

MVP BasketItaly.it: Michael Bramos.

Umana Reyer Venezia – Banco di Sardegna Dinamo Sassari 99-92 (31-24; 50-44; 69-69)

Arbitri: Manuel Mazzoni, Alessandro Vicino e Giulio Pepponi.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata