Mezzogiorno di fuoco: in Sardegna è sfida tra Dinamo e Scandone

Sassari

Il Lunch Match dell’ottava giornata di campionato di Serie A prevede la super sfida tra due delle più attrezzate squadre italiane: Sassari ospita al PalaSerradimigni la Sidigas Avellino.

QUI SASSARI

Archiviata la grande partita di Champions League, persa solo all’ultima contro la stra-quotata Besiktas, Sassari vuole confermarsi anche in campionato portando a casa i due punti. Queste le parole in conferenza stampa di Coach Pasquini: “abbiamo la possibilità di testarci subito con una squadra solida che sa essere glaciale nei finali. L’impressione che ho avuto è che i ragazzi vogliano ripartire dai 38’ giocati con quella intensità, in questi giorni ho sentito viva nel gruppo la voglia di migliorare ogni giorno. Dopo una partita come quella di martedì se sei una squadra di livello la sconfitta ti segna nelle prime ore ma poi diventa lo sprono e l’energia per dare di più la domenica. Solo il campo ci dirà se avremo capito la lezione o no. Sono profondamente convinto che domani con Avellino ci faremo trovare pronti”.

QUI AVELLINO

La Scandone vuole ripartire dopo la sconfitta con Reggio Emilia, ma è galvanizzata dall’ottima Champion League che sta disputando con ben 4 vittorie su 5 in questo inizio di cammino europeo, tra cui quella in settimana contro il Mornar Bar in Montenegro, che ha visto protagonisti su tutti il duo Ragland – Cusin. Sacripanti comunque tiene alta la concentrazione della squadra: “andiamo a Sassari in un campo che li ha visti sempre vincere e giocheremo alle 12, un orario un po’ fuori dal normale e quindi potremmo incontrare delle difficoltà. Giocheremo, a mio parere, con una delle prime 3-4 squadre del nostro campionato, hanno tanto talento offensivo e giocano con un ritmo molto elevato. La gestione del ritmo, palle perse e rimbalzi saranno la base di questa partita, vedremo chi sarà più bravo a controllarli. Bisogna restare concentrati per tutti i 40 minuti. Sassari gioca molto bene ed hanno percentuali molto alte sul tiro da 3. Non dobbiamo regalare nulla e dovremmo cercare di abbassare le loro percentuali dalla lunga distanza, questa sarà la chiave della partita. A livello di risultati credo che siamo al di sopra alle nostre aspettative, anche alla luce del cambio di molti giocatori, abbiamo una difesa molto solida che in generale fa tirare male gli avversari, non siamo ancora bravi nel forzarli per fargli aumentare le palle perse, ma spero che con il tempo possiamo migliorare anche in questo aspetto”.

Palla a due al PalaSerradimigni di Sassari alle ore 12.00, domenica 20 novembre. Diretta su SkySport 1 HD.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *