Home Coppe Europee EuroCup La Reyer Venezia 2020/2021 prende forma tra prime conferme e partenze ufficiali
La Reyer Venezia 2020/2021 prende forma tra prime conferme e partenze ufficiali

La Reyer Venezia 2020/2021 prende forma tra prime conferme e partenze ufficiali

0

Dopo la conferma dell’intero staff tecnico, sono cominciate le prime ufficializzazioni del roster 2020/2021 dell’Umana Reyer Venezia.

Capitan Michael Bramos, Bruno Cerella e Julyan Stone sono state le prime “fumate bianche” dello scacchiere del coach livornese Walter De Raffaele, pedine fondamentali tanto a livello tattico quanto a livello di spogliatoio e di un gruppo vincente, consolidato e continuo negli anni.

Come denominatore principale per l’appunto il Gruppo su cui è stata pensata la nuova Reyer che, portata in bacheca la Coppa Italia 2020, vuole tentare di completare il lavoro interrotto dall’emergenza Coronavirus, si è partito come detto dall’annuncio della conferma di capitan Michael Bramos: l’ala greco-americana nativa di Harper Woods sarà nella stagione sportiva che verrà alla sesta annata coi colori veneziani, dopo che ha messo la firma indelebile da protagonista sui quattro trofei Umana Reyer.

Altro rinnovo importante quello di Bruno Cerella: la guardia/ala di Bahia Blanca vestirà la canotta reyerina per la quarta stagione consecutiva, finora per lui 135 presenze in tre stagioni, contribuendo alla vittoria di tre titoli (FIBA Europe Cup, scudetto e Coppa Italia). Uomo spogliatoio, grande agonista e difensore, è uno degli idoli della tifoseria reyerina anche per la sua disponibilità e sensibilità al di fuori del campo.

Ultimo in ordine temporale, di ieri il rinnovo di Julyan Stone: il play-all around di Alexandria ha finora indossato in 166 occasioni ufficiali la maglia veneziana, diventando negli anni uno dei beniamini dei tifosi reyerini grazie alla sua generosità, alla sua mentalità e al suo essere sempre positivo e sensibile a temi sociali da grande uomo-squadra.

A queste tre conferme, ieri l’Umana Reyer ha anche salutato ufficialmente Ariel Filloy, Francesco Pellegrino, Ike Joseph Udanoh e Andrew Goudelock, tutte e quattro partenze già previste da vari rumors oltre che da noi nel punto del mercato oro-granata di una settimana fa.

Andrew Goudelock

Quindi, salvo colpi di scena dell’ultima ora, la Reyer Venezia per la nuova stagione è cosa fatta. Le settimane che porteranno a lunedì 27 luglio, data in cui dovrebbe essere fissato il raduno della squadra al PalaTaliercio nel post Covid-19, non dovrebbe riservare scossoni; vero, le suggestioni non mancano, ma sono tutte destinate a restare tali. Nei prossimi giorni arriveranno quindi altre conferme: si attende per Stefano Tonut, Andrea De Nicolao, Mitchell Watt e Davide Casarin, giocatori già sotto contratto, mentre prossimamente l’Umana Reyer ufficializzerà i rinnovi di Gasper Vidmar, Jeremy Chappell, Valerio Mazzola e Austin Daye, quest’ultimo il “caso” più spinoso che però la società oro-granata ha risolto convincendo l’MVP di Coppa Italia e ultime Finali Scudetto con accordo biennale e ulteriori bonus. Davide Casarin è un altro punto interrogativo, corteggiato da molti club di A1 e A2 a dargli tanti minuti (si parlava della Allianz Pallacanestro Trieste che l’aveva corteggiato), ma la posizione del giocatore, salvo colpi di scena, è netta e il play-guardia 17enne dovrebbe rimanere.

Si aspettano anche i due volti nuovi, Lorenzo D’Ercole e Isaac Fotu; se D’Ercole andrà a completare come elemento d’esperienza il pacchetto di esterni, il neozelandese Fotu, ben espressosi alla De’ Longhi Treviso Basket nell’ultima stagione, rimpolperà il reparto dei lunghi giocando anche come straniero di coppa.

BasketItaly.it – Riproduzione riservata