A Venezia sfida tra capoliste. Milano in emergenza senza Nedovic e Della Valle

Il big match della settima giornata di Serie A va in scena domani sera (ore 20.45, diretta RaiSport e Eurosport Player), in un Taliercio sold out, tra Reyer Venezia e Olimpia Milano. Entrambe le formazioni in cima alla classifica a percorso netto, sei vittorie e nessuna sconfitta, inseguono la vittoria per il primato solitario.

Qui Venezia: Per la Reyer, dopo la brutta sconfitta casalinga contro i francesi del Nanterre, è obbligatorio non cadere nuovamente al Taliercio contro una grande come l’Olimpia e mantenere la testa della classifica. Tra le fila veneziane è sicura l’assenza di Valerio Mazzola che ha subito una lesione al bicipite femorale destro prima della sfida con Trento e dovrebbe rientrare nella prossima trasferta ad Avellino. Al momento della palla a due si saprà anche chi tra Stone o Washington scenderà in campo. Il primo risente di un dolore alla spalla dalla sfida contro Holon del 17 ottobre e contro Nanterre non è stato impiegato, mentre il secondo è stato fermo dalla prima sfida con Torino per un problema al piede. In un eventuale ballottaggio tra i due è più probabile che scenda in campo Stone. Gli imprescindibili per De Raffaele sono Bramos, Haynes, Tonut (sempre in doppia cifra dal 21 ottobre) e Daye. Quest’ultimo al centro dell’attenzione dopo l’espulsione per antisportivo e proteste nella sfida europea. Per Venezia la sfida è un banco di prova: “voglio vedere a che punto siamo con una squadra così forte” ha detto De Raffaele in sala stampa nel presentare la partita.

Qui Milano: settimana positiva in casa Olimpia che in Euroleague ha centrato la quinta vittoria stagionale dopo aver sconfitto il Darussafaka giovedì sera. Notizie negative, invece, dal fronte infortuni: Nedovic dopo essere rientrato proprio contro la formazione turca è costretto a fermarsi di nuovo per almeno tre settimane per una recidiva della lesione all’adduttore della coscia sinistra subita nella sfida di campionato contro Pistoia. Al serbo si aggiunge anche Della Valle che starà fuori 4-6 settimane per un infortunio alla mano sinistra. Un problema per la posizione di guardia che, per la partita di domani può contare solo su Bertans come giocatore di ruolo. Pianigiani dovrà ricorrere a James o Jerrels che dovranno adattarsi per coprire la posizione.

Le chiavi del match: De Raffaele per arginare la fisicità di Milano molto probabilmente schiererà tre centri Watt, Vidmar e Biligha con Watt in posizione da 4 come già avvenuto in altre partite. Il duello Vidmar e Guidaitis sarà proprio una delle chiavi della sfida. Lo sloveno dopo un avvio altalenante con Venezia è ora in continuo miglioramento.