Home NBA NBA – Thibodeau a Minnestota, Brooks a Washington

NBA – Thibodeau a Minnestota, Brooks a Washington

0

NBA - Slide

Per sedici franchigie NBA, la stagione è entrata nel momento clou, con l’inizio della postseason. Le restanti quattordici, invece, sono già impegnate a tempo pieno nella ricostruzione e pianificazione del futuro. Tra queste, ci sono i Washington Wizards e i Minnesota Timberwolves, le quali hanno appena deciso a chi affidare la guida tecnica per le prossime stagioni. Sulla panchina della capitale siederà Scott Brooks, mentre a Minneapolis si accaserà Tom Thibodeau.
Dopo l’esonero notificatogli al termine della scorsa stagione, a seguito del mancato raggiungimento dei playoff con gli Oklahoma City Thunder, orfani per gran parte dell’annata di Westbrook e – soprattutto – di Durant, il Coach of the Year 2010 è pronto a rimettersi in gioco. Brooks raccoglie l’eredità di Randy Wittman, silurato dopo una regular season al di sotto delle aspettative, nonostante il record recitasse un discreto 41-41. Il miglior campionato della carriera di John Wall non è bastato ai Wizards per guadagnarsi la tanto agognata ottava piazza, combattuta fino all’ultimo tra Washington, Chicago e Detroit, con il team del Michigan che l’ha spuntata al fotofinish. La firma di Brooks, al quale andranno ben 35 mln di dollari in cinque anni, potrebbe essere letta anche in chiave free agency. Quest’estate, infatti, il contratto che lega Kevin Durant e i Thunder andrà in scadenza, e una delle franchigie più accreditate ad accaparrarsi i talenti del 35 è proprio Washington. I rapporti tra i due sono sempre stati, in linea di massima, positivi, a parte qualche screzio precedente all’esonero di Brooks.
Quanto a Thibodeau, si ritroverà tra le mani una fucina di talenti pronta ad esplodere: due prime scelte (Wiggins e Towns) e altri discreti elementi attorno al quale costruire una vera e propria dinastia. Oltre ad esserne il coach, l’ex addetto alla difesa dei Celtics sarà anche presidente dei Twolves, e sarà coadiuvato dall’esperto Scott Layden, che vestirà i panni di General Manager (i due hanno già lavorato insieme ai Knicks, ndr).

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata