Home NBA NBA – Rimonta incredibile dei Clippers. Inutili i 40 per Durant, serie sul 2-2

NBA – Rimonta incredibile dei Clippers. Inutili i 40 per Durant, serie sul 2-2

0

/blacksportsonline.comClamoroso quello che questi Playoffs NBA stanno regalando a tutti gli appassionati di pallacanestro e non. L’ultimo atto arriva da Los Angeles dove i Clippers trovano il coraggio e la forza di riprendere una partita dominata in lungo e in largo dagli Oklahoma City Thunder e di vincerla con il punteggio finale di 101-99 con Russell Westbrook sfortunato protagonista delle tripla sbagliata che avrebbe capovolto la situazione. Vittoria dei Clippers

che significa nuova parità (2-2) ma il vantaggio psicologico acquisito con questa vittoria è devastante. Non servono i 40 punti messi a segno da Kevin Durant, insieme a 7 rimbalzi e 4 assist. Per l’MVP della Nba la solita prova di classe imbarazzante ma anche tanti errori (1/7 da 3), un numero eccessivo di palle perse (8) e difficili isolamenti che hanno più volte complicato il compito a Westbrook e compagni costretti a conclusioni affrettate. Per l’altro fenomeno di casa OKC i punti sono 27 con 8 assist e 6 rimbalzi. Per i Clippers il top scorer è Blake Griffin (nella foto: blacksportsonline.com) con 25 punti e 9 rimbalzi ma il solito Chris Paul sposta le montagne con i suoi 23 punti e 10 assistl. Determinanti Crawford e Collison, grandi protagonisti della rimonta, con 18 a testa. Oklahoma, come si diceva, ha dominato fin dalle prime battute la partita con una partenza incredibile che le ha permesso di raggiungere un’incredibile parziale di 29-7 dopo nemmeno 10′ di gioco. Westbrook e Durant sono infermabili e Los Angeles appare tramortita dinanzi a tale dimostrazione di forza. Solo il fisiologico calo dei Thunder permette ai Clippers di svegliarsi e di mettersi a giocare. Oklahoma, ed è solo un presagio di quanto accadrà nell’ultimo quarto, non la mette più dentro e LA risale fino al 35-39 del 18′ ma Durant e Butler son bravi a rispondere a tono ed a ripristinare il gap oltre la doppia cifra in chiusura di 2Q sul 57-46. Al ritorno in campo Oklahoma rimette in campo la stessa energia dei primi minuti e con Westbrook che pennella per Durant, i Thunder volano nuovamente e toccano quota 15 punti di vantaggio (80-65). Paul e compagni non mollano e a suon di parziali riaprono una partita che sembrava ormai chiusa. CP3 infila l’84-78 e mentre Durant litiga col canestro Griffin va con il -3 (90-87). Durant finalmente si sblocca ma Collison corre in contropiede e la tripla di Crawford impattano il punteggio a quota 97. Westbrook non realizza e dall’altra parte è ancora Collison a metterla dentro. Due canestri che valgono il 97-101 a 32.8”. Westbrook non molla e in penetrazione segna (99-101) e l’ottima difesa dei Thunder impedisce a Griffin di segnare. OKC ha il tempo per l’ultimo tiro ma la tripla di Westbrook si ferma sul ferro e risulta inutile il tap-in (comunque sbagliato) di Ibaka. Los Angeles batte i Thunder 99-101.

Thunder: Durant 40, Ibaka 8, Perkins 1, Sefolosha 4, Westbrook 27, Jackson 10, Butler 6, Adams 1, Collison 2.
Clippers: Barnes, Griffin 25, Jordan 7, Redick 6, Paul 23, Crawford 18, Davis 4, Collison 18, Granger.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata