Italy in Europe – Spain: La Bruixa D’Or di Peppe Poeta resta in corsa per la salvezza

Se la partita tra La Bruixa D’Or Manresa e il Movistar Estudiantes si fosse giocata una settimana fa avremmo parlato di “derby italiano” in ACB, ma il repentino ingaggio di Pietro Aradori con Venezia gli ha impedito di scontrarsi con il suo amico e compagno di nazionale Peppe Poeta, in un incontro nel quale la squadra di casa si giocava le ultime possibilità di salvezza.

La necessità di punti della squadra catalana ha consentito loro mettere in campo motivazioni e determinazione e portare a casa un’importante vittoria per 81-75 contro un Estudiantes già comodamente salvo. 

La salvezza matematica è complicata: bisognerebbe che Manresa battesse il Real Madrid nello stesso palazzetto dove oggi si è proclamato campione dell’Eurolega e che il Gipuzkoa Basket contemporaneamente perdesse a Saragozza contro il CAI in piena corsa play-off nell’ultima giornata… Va però detto che negli ultimi anni non si sono mai compiute due promozioni dalla LEB (la seconda divisione spagnola), perché per essere ammesse all’ACB le squadre devono compiere tutta una serie di requisiti, economici ma non solo, che non sono alla portata di tutti. In particolare il Burgos, che quest’anno ha vinto il campionato LEB per la terza volta consecutiva, nelle due passate stagioni non è mai riuscito a formalizzare la promozione e, secondo i colleghi dell’emittente catalana Esport3, la situazione societaria della compagine castigliana non è cambiata; per questo oggi al Nou Congost il pubblico manresano ha festeggiato la vittoria come se si fosse trattato di una vera e propria salvezza: l’importante era non arrivare ultimi, e fanalino di coda del campionato è già matematicamente il Montakit Fuenlabrada.

Ancora una volta il migliore in campo è stato il playmaker statunitense Davin White, con 21 punti, 4 rimbalzi e 4 assist (23 di ranking), seguito da DJ Seeley (16 punti, 18 di ranking).

Il nostro Peppe Poeta ha giocato solo 3:41 minuti, senza incidere in particolar modo sugli esiti dell’incontro. A fine partita ci confessava di stare fisicamente bene, ma di giocare poco per decisione dell’allenatore Pedro Martínez. Quasi volendo giustificare le scelte del coach barcellonese, Poeta ha detto di capirlo: “È normale, giocano i 10 che stanno giocando da tutto il campionato, lo capisco. L’importante è che io ora fisicamente stia bene e ora inizierò a pensare alla nazionale e poi alla prossima stagione, vedremo”. Poeta ha un’opzione di rinnovo con La Bruixa D’Or Manresa per un anno, ma non ha per niente chiaro il suo futuro, dipenderà da diversi fattori. In ogni caso il playmaker campano ci ha fatto sapere di aver avuto offerte da Sassari e Reggio Emilia a stagione in corso, ma che il club catalano aveva voluto tenerlo tra le sue fila. Una stagione di certo non fortunata, con un lungo infortunio e pochi minuti in campo, ma anche le situazioni difficili come queste insegnano molto, e siamo quindi convinti che all’Eurobasket in settembre vedremo un Poeta al 100% e anche più maturo. In bocca al lupo!

Classifica:

Real Madrid (*) 27-5

Barça, Unicaja 24-9

Bilbao 20-13

Valencia, Joventut 19-14

Gran Canaria 18-15

Laboral Kutxa (*) 17-15

Zaragoza 17-16

Tenerife, Murcia 16-17

Rio Natura 15-18

Estudiantes 13-20

Andorra 12-21

Sevilla 11-22

Gipuzkoa, Manresa  10-23

Fuenlabrada 8-25

(*) Real Madrid e Baskonia una partita in meno

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *