Home Coppe Europee FIBA Champions League Champions League – Venezia si aggiudica il primo round. Rimontata e piegata Avellino 53-49.

Champions League – Venezia si aggiudica il primo round. Rimontata e piegata Avellino 53-49.

0

hrvoje peric reyer venezia 2017-03-01

L’Umana Reyer Venezia si aggiudica il match di andata degli ottavi di finale degli Ottavi di Finale di Champions League battendo nel “derby italiano” la Sidigas Scandone Avellino 53-49. Un match teso quello andato in scena al Taliercio dove hanno prevalso le difese (22/65 al tiro per la Reyer, 19/58 per Avellino) con Venezia a recuperare gli avversari dopo essere andata sotto di 14 al 15′, 14-28 il parziale per Avellino. Lì la Scandone non è riuscita a scappare e ha così consentito e “graziato” una Venezia che ha lentamente ridotto il gap consentendo agli avversari solo 4 punti nell’ultimo periodo e portato la testa avanti per il 53-49 finale. Ora le due squadre si devono concentrare per i match di campionato prima della partita di ritorno tra sette giorni al PalaDelMauro di Avellino; domenica l’Umana Reyer sarà impegnata al PalaTaliercio contro la Consultinvest Vuelle Pesaro, mentre la Sidigas Avellino al PalaDelMauro incontrerà l’Openjobmetis Varese.

CRONACA_ De Raffaele decide di mandare in quintetto la coppia Filloy-Haynes. L’avvio è tutto dei viaggianti con Fesenko a dominare a rimbalzo, 2-8 dopo 4′, time-out Reyer. Con l’ucraino a prevalere sotto le plance aiutato da Randolph e Zerini, Avellino tocca il +9 prima della tripla di Filloy che chiude il primo quarto sul 12-18 a favore dei bianco-verdi. Stesso copione del primo quarto: Avellino più reattiva e attenta rispetto alla Reyer, Ragland e Randolph portano la Scandone sul +14 al 15′ e la doppiano, Venezia in netta difficoltà di gioco, De Raffaele costretto a chiamare minuto di sospensione, 14-28 al 15′. Peric sblocca la Reyer in attacco dopo più di 5′, 16-28 al 17′, time-out chiesto da Sacripanti. Avellino nella seconda metà del quarto spreca molto consentendo ai padroni di casa per nulla eccelsi di tornare in partita, McGee e ancora Peric portano così Venezia all’intervallo sotto 22-30.
Si rientra dagli spogliatoi, nonostante Fesenko sia abile a caricare di falli gli avversari, Venezia ricuce il divario grazie alle triple di Ejim e Haynes, 30-34 al 23′. Leunen con sette punti consecutivi porta la Scandone sul +9 (34-43 al 27′) ma Venezia risponde con McGee e Peric prima del canestro di Randolph, 37-45 al 29′. Un gioco da tre punti di Ejim chiude il terzo quarto sul 40-45 a favore dei campani. Ultimo quarto. Dopo il canestro iniziale di Leunen, Venezia a 6’24” dalla fine concretizza la rimonta per il 47-47, con ottima difesa su Fesenko e i canestri di McGee e Bramos. Sacripanti chiama time-out. Avellino fa fatica contro la difesa impostata dalla Reyer, ma gli oro-granata non riescono a concretizzare quanto di buono fatto nella propria metà campo, 47pari a 4’27” dalla fine. Un solido Hagins trova il primo vantaggio dei padroni di casa, ma Ragland pareggia subito dalla lunetta, 49-49 a 4’07” dalla fine. Si lotta tra le due metà campo ma le percentuali sono basse da ambo le parti, un gancio cielo di Filloy riporta la Reyer avanti, 51-49 a 2’04” dal termine, time-out Scandone. Avellino non segnerà fino al termine, Venezia con il canestro di Peric e il successivo recupero difensivo di Hagins si assicura la vittoria, finisce 53-49, il primo match è di Venezia.

MVP BasketItaly.it: Hrvoje Peric/Jamelle Hagins

Umana Reyer Venezia – Sidigas Scandone Avellino 53–49 (12-18; 22-30; 40-45)

Venezia: Haynes 6, Hagins 8 (10 rimbalzi), Ejim 6, Peric 11, Bramos 3, Visconti n.e, Antelli n.e, Filloy 5, Ress, Ortner 4, Viggiano, McGee 10. All. Walter De Raffaele.

Avellino: Zerini 2, Ragland 11 (7 assist), Green, Logan 2, Esposito M. n.e, Esposito L. n.e., Leunen 9 (8 rimbalzi), Severini n.e., Randolph 11, Fesenko 10 (10 rimbalzi), Thomas 4, Parlato n.e. All. Stefano Sacripanti.

Arbitri: Viator (Francia), Horozov (Bulgaria), Kalpakas (Svezia)

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata