BCL Battuta d’arresto per Sassari, un buon terzo quarto non basta per battere Ankara

La squadra di Pozzecco cade in Turchia, contro i capitolini del Turk Telekom Ankara, i padroni di casa fanno la differenza nei minuti finali, dopo una gara non brillante dal punto di vista offensivo su entrambi i lati del campo.

La cronaca:

Sassari prova da subito a sfruttare il vantaggio in termini di mobilità su Ankara, provando a portare lontano da canestro Fall o perlomeno costringere il resto della difesa a sacrificarsi con dei raddoppi, il tentativo riesce a metà, perché la Dinamo è fredda al tiro, al contrario dei padroni di casa, che proprio dai 6.75 costruiscono il primo allungo.
Pozzecco è costretto al time out, ma i risultati non sono quelli sperati, Fall sale in cattedra in post basso, i suoi 218 cm fanno la differenza anche in intimidazione difensiva a il Turk Telekom allunga sino al 21-13 con cui si chiude il primo quarto.
Le percentuali negative dalla lunga distanza degli ospiti, permettono ad Ankara di mantenere la testa senza grossi problemi, nonostante la squadra di Pozzecco costruisca bene le sue soluzioni di tiro; la Dinamo varia il suo gioco, prova ad alzare il ritmo attaccando di più il canestro, il punteggio si muove, ma la forbice non si riduce. Ankara prosegue a comandare, Sassari tira con un disastroso 1/16 dalla lunga distanza e al 20’ i padroni di casa guidano di 12, 38 26 alla pausa lunga.
La difesa di Sassari, sale ancora di livello, Ankara è costretta a giocare molto lontano da canestro e la Dinamo controlla a rimbalzo, i problemi per la sdquadra di Pozzecco però, rimangono sull’altro lato del campo e servono due triple di Pierre per animare gli ospiti, triple che valgono il -6; la ferita non si ferma nella difesa turca, il parziale vale un 16-0 che mette alle corde i padroni di casa, con Pierre vero protagonista, sia al tiro che in costruzione; Ankara trova il primo canestro della ripresa dopo 7’, ma sblocca gli uomini di Goren che riescono a ritrovare la testa della gara con un mini break che vale 5 punti. La gara rimane in equilibrio e al 30’ i padroni di casa guidano di 3, 47 44 il punteggio.
La gara è equilibrata, Sassari prova a sfruttare il talento di Evans e Pierre, Ankara vuole concretizzare il lavoro di Fall nel pitturato, il risultato è che la partita non trova una padrona dell’inerzia, mentre sale il tono dei contatti fisici; Hunter e Baykul riescono a creare un parziale che sembra togliere ossigeno a Sassari, il time out di Pozzecco porta alla reazione Sassarese; McLean prima e Spissu poi confezionano il -4, ma manca lucidità per i Sardi; arriva un nuovo break dei padroni di casa, Campbell prima punisce la generosità sui cambi difensivi degli ospiti, Wiltjer poi sfrutta una persa di Evans per firmare i liberi che valgono il +8 con cui si chiude la gara: 64-56 il finale.