Home Coppe Europee #Euroleague2021: Valencia all’ultimo sospiro e Barça facile, l’Eurolega parla spagnolo
Derrick Williams (Valencia Basket) - ACB Photo / M. Ángeles Rodríguez #Euroleague2021: Valencia all’ultimo sospiro e Barça facile, l’Eurolega parla spagnolo

#Euroleague2021: Valencia all’ultimo sospiro e Barça facile, l’Eurolega parla spagnolo

0

La decima giornata di Turkish Airlines Euroleague si chiude con altre due vittorie dal sapore spagnolo. Il Barça, sempre più primo in classifica, non ha avuto problemi a sbarazzarsi della Stella Rossa per 76-65, mentre il Valencia Basket, dopo essere stato in vantaggio e vedersi superata nell’ultimo parziale, è riuscita a rimontare e battere il Maccabi Tel Aviv per 82-80 gestendo magistralmente gli ultimi possessi palla.

Barça – Stella Rossa 76-65

Un primo quarto da 19-9 ha spianato la squadra agli uomini di Sarunas Jasikevicius verso la vittoria numero 8 in quest’edizione dell’Eurolega, con solo una sconfitta (e una partita da recuperare). I blaugrana, trascinati da un Nikola Mirotic da 23 punti, 4 rimbalzi e 31 di valutazione, non hanno avuto problemi a mantenere il controllo dell’incontro.

La Stella Rossa, inoltre, non ha potuto contare sull’apporto del proprio MVP Jordan Loyd, che ha registrato un 0/8 dal campo in 22 minuti prima di uscire per infortunio. Pierre Oriola è stato l’altro protagonista tra i padroni di casa, con 12 punti e 5 rimbalzi. Leandro Bolmaro ha festeggiato la 23ª scelta del Draft NBA di due giorni fa (miglior posizione della storia per un giocatore argentino) con 4 punti e 2 rimbalzi in 10 minuti.

Valencia Basket – Maccabi Tel Aviv 82-80

Partita emozionante e giocata a viso aperto tra due squadre che, nonostante le assenze da entrambe le parti, giocano una bella pallacanestro e sanno utilizzare le armi al proprio arco. Continui cambiamenti di fronte tra gli uomini allenati da Jaume Ponsarnau e quelli di Ioannis Sfairopoulos. Il Valencia Basket è partito meglio, con un pungente Klemen Prepelic (22 punti in tutto), e un effettivo Mike Tobey (12 punti con 5/6 dal campo e 4 rimbalzi). Dopo aver chiuso la prima frazione sul 19-17, i taronja hanno allungato, andando a riposo avanti 42-37.

Quando il gioco si fa duro… È apparso l’uomo chiave del Maccabi: un colossale Scottie Wilbekin, capace di mettere a segno 25 punti con 7/14 dalla linea dei tre punti. Dopo la rimonta degli israeliani e il 58-59 al termine del terzo quarto, la squadra ospite sembrava avere la partita in mano delle ultime fasi di gioco, con 6 punti di vantaggio e poco più di un minuto da giocare. Fernando San Emeterio e Prepelic non hanno sbagliato dalla lunetta, poi un’incredibile tripla di Derrick Williams, autore di un ottimo incontro con 15 punti, ha fissato il pareggio a 80 con 7 secondi ancora sul cronometro. Una rubata di Bojan Dubljevic sulla rimessa del Maccabi ha lanciato Sam Van Rossom in transizione, che ha messo a segno il canestro della vittoria sulla sirena.

Il Valencia Basket, con un record di 6-3, si issa al quarto posto in classifica.