Top16- Siena missione compiuta: battuto il Fenerbahce con un super Rasic al tiro

La Montepaschi Siena batte il Fenerbahce Istanbul per e mantiene saldamente la sua seconda posizione nel gruppo f delle Top16 alle spalle del Barcelona. La squadra di coach Banchi cancella la pesante sconfitta di Tel-Aviv di sette giorni fa, e mantiene la propria imbattibilità casalinga nel girone, dove ha sempre vinto nei cinque appuntamenti al PalaEstra di queste Top16. Per il Fenerbahce, invece, sconfitta che ha il sapore di eliminazione (7 sconfitte a fronte di sole 2 vittorie nelle top 16), e nemmeno il cambio in panchina con Erdogan al posto di Simone Pianigiani ha fatto cambiare il trend negativo in Europa degli uomini del Bosforo.

Il Fenerbahce, comunque, è stato tutt’altro un avversario remissivo, che ha provato in particolar modo nelle battute iniziali del primo quarto a mettere paura alla Mens Sana, che però con un super secondo quarto difensivo ed offensivo ha spezzato in due la partita (28-17 il parziale della seconda frazione per i biancoverdi). Ma la squadra turca, non ha abbassato le braccia, e nel terzo quarto dopo essere piombata sul -19 al 21’ con un parziale di 0-11 si è riportata sul -6 provando a tubare i sogni di vittoria dei biancoverdi. Sulla sua strada, però, il Fenerbahce questa sera si è trovato di fronte uno scatenato Alexander  Rasic, che con le sue triple ad inizio quarto finale ha mandato definitivamente i titoli di coda sulla partita(71-53 al 31’). La palma del migliore in campo questa sera va meritatamente  proprio al giocatore serbo alla sua migliore partita stagionale con 16 punti realizzati con la ciliegina del 4/4 da tre punti. Rasic, l’oggetto misterioso di inizio stagione condizionato dagli infortuni , ha fatto vedere il suo vero valore quello del giocatore conosciuto in giro per l’Europa con la maglia della sua Serbia e del Partizan Belgrado. Altra prova di grande sostanza di Daniel Hackett (13 punti, 4 assist ed 8 falli subiti), che ha fatto valere la sua grande fisicità su ambo i lati del campo, l’unica pecca della serata per il Dany boy nazionale l’infortunio alla caviglia  di inizio quarta frazione che non lo ha fatto più rientrare in campo. Buona le prove di Moss (12 punti con 2/3 da due e 2/4 da tre) e Janning sul perimetro, ma di tutta la Mens Sana, infatti a dimostrazione di ciò  vi è l’allungo nella seconda parte del secondo quarto, che è arrivato con Brown, Moss e Hackett tenuti in panca da coach Banchi per non rischiare il terzo fallo. Il migliore in campo per i turchi  è stato il solito Bogdanovic con 22 punti, il capocannoniere delle Top 16 si è confermato sulle sue medie di realizzative abituali, ma come altrettanto solito per il Fenerbahce hanno molto deluso tra le fila turche i veterani Sato, Batiste ed Andersen, mentre McCalebb continua ad essere la copia sbiaditissima del giocatore apprezzato nel biennio precedente a Siena, e prima ancora al Partizan.

Pronti e via si ha la partenza forte del Fenerbahce (0-5 al 1’), che mena le danze fino al 4-9, poi Siena con due triple in fila di Janning e Moss mette per la prima volta la testa avanti sul 10-9 al 5’. Il primo quarto è molto equilibrato (18-18 al 9’), e va in archivio con il vantaggio della Mens Sana sul 21-18 grazie ad un gioco da tre punti di Bobby Brown.  Nel secondo quarto Siena cambia marcia sia in difesa con una difesa a zona pressing a tutto campo, ed in attacco dove è trascinata da Daniel Hackett, ed infatti raggiunge con i liberi di Moss il primo vantaggio in doppia cifra della serata (39-28 al 14’). I grandi protagonisti dell’ultima parte della frazione sono Rasic (7 punti nel secondo quarto e 2 palle rubate) e Janning, che propiziano il +14 della Montepaschi a metà partita (49-35 al 20’). Al rientro della partita i toscani raggiungono subito il +19 (55-36 al 21’) e sembrano aver spaccato definitivamente la partita ma non è così. Infatti i gialloblù turchi con sette punti di Bogdanovic, complice un fallo tecnico per proteste a Brown , con un parziale di 0-11 rientrano in partita (55-47 al 25’). L’ex Sato va a segno da tre, ed i punti da rimontare per il Fenerbahce diventano solo 6 (56-50 al 26’), ma dalla panchina senese esce nuovamente un super Hackett, che con le sue iniziative, riporta la Mens Sana sopra la doppia cifra di vantaggio (64-53 al 29’). Un 1/2 dalla lunetta di Kangur regala il +12 alla fine del quarto agli uomini di Banchi (65-53 al 30’). Il quarto finale si apre con un super Rasic, che con due triple consecutive scava nuovamente un abisso tra le due squadre (71-53 al 31’). Il Fenerbahce con un mini break di 0-6 prova l’ultimo rientro in partita (71-59 al 33’), ma un canestro da due di Brown ed un altro missile di Rasic respingono il timido tentativo di rimonta dei gialloblù (76-59 al 34’). La gara si chiude con il largo successo di 18 lunghezze per i senesi (87-69 al 40’)

Montepaschi Siena-Fenerbahce Istanbul 87-69 (21-18, 49-35, 65-53)

Siena: B. Brown 12, Hackett 13, Moss 12, Janning 10, Rasic 16, Sanikidze 6, Eze 7, Carraretto 2, Ress 5, Kangur 4

Fenerbahce: McCalebb 10, Sato 5, Andersen 8, Savas 8, Bogdanovic 22, Preldzic 4, Karaman 4, Batiste 8

Mvp: Alexander Rasic

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *