fbpx

Italy in Euroleague – Andrea Bargnani vince il derby con Gigi Datome

Gigi Datome e Andrea Bargnani (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)
Gigi Datome e Andrea Bargnani hanno dato vita a un derby italiano in Eurolega (Foto: Laura Cristaldi, Basket Italy)

Il Baskonia di Andrea Bargnani e il Fenerbahçe di Gigi Datome scendevano in pista al Buesa Arena di Vitoria nella sfida che chiudeva la sesta giornata di Eurolega. Contro ogni previsione, la partita è stata una passeggiata per i padroni di casa, che grazie a un’ottima difesa hanno tarpato presto le ali allo squadrone turco. 86-52 il risultato finale a favore dei baschi.

Partita iniziata molto nervosa, con pochissimi canestri nei primi minuti e tanti errori da una parte e dall’altra. A metà del parziale rientrava in campo Andrea Bargnani dopo tre settimane di stop per infortunio, accolto da un boato del pubblico che riempiva il palazzetto in ogni ordine di posti e che apprezza le qualità dell’azzurro. Il primo quarto terminava con il Baskonia avanti 14-11 e Andrea Bargnani che aveva contribuito con due tiri liberi.

A inizio del secondo quarto era partito meglio il Baskonia, mentre il Fenerbahçe continuava con gli errori sotto canestro. Un Shane Larkin ispirato metteva a segno due triple consecutive che permettevano al Baskonia di portare il vantaggio oltre la doppia cifra. Gigi Datome metteva a segno i suoi primi e unici punti della serata, con due tiri liberi, ma il Baskonia continuava a macinare gioco e ad ampliare il vantaggio, fino al 41-24 all’intervallo.

Il terzo quarto iniziava con Bargnani in campo e il Barkonia sempre più padrone della partita, mentre il Fernebahçe sembrava l’ombra della squadra finalista in Eurolega l’anno scorso. Il Mago ritrovava il ritmo partita mettendo a segno due bei canestri e il rientro in campo di Datome ci tornava a regalare istanti di derby. Il Baskonia continuava impeccabile in difesa, rendendo difficile alla comagine turca trovare la via del canestro. Dopo 30 minuti di partita il marcatore indicava 67-40.

Il Baskonia, ormai sicuro della vittoria, si è divertito dando spettacolo, con Bargnani che raggiungeva la doppia cifra, mentre al Fenerbahçe conitnuava a non entrare assolutamente niente, e anche Zeljko Obradovic ormai aveva smesso di agitarsi in panchina. Bargnani usciva dal campo con 13 punti e le ovazioni del pubblico di casa, che iniziava a fare la ola.

Per Andrea Bargnani 13 punti, un rimbalzo, un assist e una stoppata in 17 minuti, mentre Gigi Datome chiudeva con 2 punti, 4 rimbalzi, un assist e un recupero in 21 minuti.

Al termine dell’incontro abbiamo avuto l’ocassione di avvicinarci a entrambi gli azzurri, che ovviamente lasciavano traspirare sensazioni diametralmente opposte:

“Una partita veramente brutta. Non so se i tifosi turchi vedranno il sito, ma chiederei scusa dopo una prestazione del genere;” – dichiarava Gigi Datome al termine dell’incontro – “ora ci aspetta il derby domenica in casa [Fenerbahçe-Galatasaray] ed è un’ottima occasione per riprenderci. È il momento di stare uniti dopo una prestazione del genere, di credere in noi stessi e andare avanti, è l’unica cosa che possiamo fare”.

Cosa non è funzionato stasera nelle file del Fenerbahçe?

“A saperlo avremmo evitato… È stata davvero una prestazione orrenda, sia per me personalmente che come squadra. Ora dobbiamo dimenticare, stare uniti e prendere la palla al balzo per rispondere non a parole ma in campo”.

Ultimo appunto sul riento di Andrea Bargnani:

L’ho visto benissimo, l’ho trovato in forma, sono contento per lui che sia rientrato in campo dopo un leggero fastidio muscolare; da comagno di squadra in nazionale ed amico sono felice per lui”.

Il Mago, dal canto suo, è apparso visibilmente soddisfatto.

“Sono molto contento per questa vittoria; non è mai facile con squadre come Il Fenerbahçe. In questo caso credo si sia trattato di un successo di squadra, questa è stata la chiave. Loro hanno sbagliato molti tiri aperti, erano in giornata no, ma noi abbiamo fatto un ottimo lavoro in difesa e siamo contenti per il successo. Il Fenerbahçe è uno dei migliori roster d’Europa, senza dubbio, non è che una partita cambia questo”.

Poi Bargnani non è voluto scendere troppo nei dettagli parlando della sua eccellente prestazione personale… È andato via sorridendo e ripetendo che si era trattato di un’ottima vittoria.

13 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *