Home Coppe Europee EuroLeague Eurolega: Vincono EFES e Zenit San Pietroburgo
Rodrigue Beaubois, MVP dell'Efes - Credit: Anadolu Efes Digital Eurolega: Vincono EFES e Zenit San Pietroburgo

Eurolega: Vincono EFES e Zenit San Pietroburgo

0

PANATHNAIKOS – ANADOLU EFES 77-80

Panathinaikos ed Efes non deludono le attese e danno vita ad una sfida avvincente e combattuta fino all’ultimo, con entrambe le squadre che tirano con percentuali superiori al 50%. Alla fine la differenza la fanno le individualità turche sul collettivo greco, e questa sera l’uomo copertina è di certo Vasilije Micic, autore di una prestazione superba da 33 pti con 7/13 dal campo e 5/7  da tre.

Il primo quarto è il preludio all’equilibrio, i padroni di casa che, a parte una parentesi al secondo minuto, si mettono davanti senza però mai riuscire a scappare a più di due possessi di vantaggio. A meno di due minuti dal primo intervallo la partita ritorna in parità.

All’inizio del secondo quarto il Pana prova ancora ad indirizzare la partita, ma come prima il vantaggio massimo non supera mai i 7 punti di vantaggio, grazie anche a Micic che va in doppia cifra già nel primo tempo; facendo sì che all’intervallo lungo la differenza sia solo di 4 pti.

Il secondo tempo inizia sulla falsariga del primo, ma l’Efes appare più in palla e comincia a tirare con ottime percentuali, tant’è che al quarto minuto i turchi, per la prima volta dall’inizio del match passano avanti.

Nel quarto i greci calano definitivamente ed i turchi scappano anche sul +10. Negli ultimissimi minuti il Pana ha un moto d’orgoglio e si avvicina ad un solo possesso di distacco, ma Papapetrou fallisce la tripla del pareggio sulla sirena.
Pana che, con sole 2 vittorie, vede la zona final eight allontanarsi, mentre l’Efes aggancia Real, Fenerbahce e Valencia a 4 vittorie.

ASVEL VILLEURBANNE – ZENIT ST PETERSBURG 53-66

Altra caduta per l’ASVEL, che perde in casa contro lo Zenit San Pietroburgo in una partita che i russi hanno gestito abbastanza bene dall’inizio alla fine, complici anche le difficoltà offensive dei francesi che tirano col 41% dal campo, contro il 67 degli avversari.
L’equilibrio dura meno di un tempo, poichè lo Zenit prende la testa del match a metà secondo quarto per poi resistere agli sterili tentativi di rimonta dei francesi.

ASVEL che rimane al terzultimo posto fermo ad una sola vittoria. Zenit che invece ottiene il suo terzo successo (con sole 4 partite giocate), a ridosso della zona playoff.