fbpx

Eurolega – Recap Gruppo C: Lokomotiv Kuban corsaro a Kaunas, prima gioia per Pana e Barcelona

james gist, panathinaikosSeconda giornata nel Gruppo C di Eurolega. Vola in testa al girone il Lokomotiv Kuban che espugna Kaunas e resta l’unica formazione a punteggio pieno. Primi successi anche per Panathinaikos e Barcellona. Tutto quello che c’è da sapere nel nostro recap:

PANATHINAIKOS – PINAR KARSIYAKA 85-73 (30-15; 17-19; 17-18; 21-21)

Prima vittoria stagionale per il Panathinaikos che riscatta così la sconfitta dell’esordio contro il Lokomotiv Kuban battendo il Pinar ad OAKA. Primo quarto di marca “verde” con i padroni di casa aggressivi in difesa e fluidi in attacco: la tripla di Diamantidis firma il primo vantaggio in doppia cifra (21-10), dilatato ulteriormente dalle iniziative di Gist, Calathes e Raduljca che al termine del primo periodo doppiano gli uomini di Sarica (30-15). Da quel momento la partita vive sull’equilibrio con i ragazzi di Djordjevic bravi a gestire i tentativi di rientro degli avversari (vittoriosi all’esordio casalingo contro il Barcellona) guidati soprattutto da Kenny Gabriel (17 + 10 rimbalzi e 3 assist per lui). Per il Pana, che ha tirato con il 43.5% da tre (10/23), il migliore realizzatore (ed MVP) è James Gist con 27 punti, 6 rimbalzi e 2 assist (11/13 dal campo e 3/3 dai 6.25) ben coadiuvato da Diamantidis (12 + 8 assist) e Calathes (6 + 11 assist).

Panathinaikos: Gist 27, Diamantidis 12, Pavlovic 8

Pinar Karsiyaka: Gabriel 17, Palacios 14, Ragland 12

ZALGIRIS KAUNAS – LOKOMOTIV KUBAN 74-76 (31-27; 9-16; 17-17; 17-16)

Seconda vittoria in due partite per il Lokomotiv Kuban che vince alla Zalgirio Arena di Kaunas. Una gioia al fotofinish per gli uomini di Pasutin che battono i padroni di casa grazie a due tiri liberi nel finale di Victor Claver e soprattutto grazie alla bomba sbagliata sulla sirena da Mantas Kalnietis (1/6 dall’arco per lui). Partita dai due volti nei primi due quarti: primi 10’ ad alte percentuali d’attacco per lo Zalgiris trascinato dallo strapotere fisico di Ian Vougioukas (22 punti, 10/13 da due punti), già in doppia cifra durante il primo periodo dove i padroni di casa avevano segnato la bellezza di 31 punti (subendone però 27). Situazione diametralmente opposta nel secondo quarto dove l’attacco lituano si inceppa completamente (solo 9 punti a referto), ed il Kuban mette la freccia per il sorpasso, provando poi nel terzo periodo a dare piccoli strappettini per provare la fuga. Lo Zalgiris si affida allora nella ripresa a Renaldas Seibutis (11 punti con 4/5 dal campo) per contrastare le iniziative dei ragazzi di Gergios Bartzokas che toccano anche il +9 (51-60). Un contro break di 9-0 firmato Vougioukas-Kalnietis, però, rimette tutto in parità all’inizio degli ultimi 10’ minuti. Per gli ospiti è il turno di Malcolm Delaney (21 punti, 7/10 al tiro ma anche 7 palle perse) di salire in cattedra prima che due canestri consecutivi di Vougioukas portino al finale thriller con la parità a quota 74 a tredici secondi dalla fine. Claver glaciale dalla lunetta firma il 2/2, ed il conseguente errore di Kalnietis da tre punti regala la seconda vittoria nel girone ai russi. 

Zalgiris Kaunas: Vougioukas 22, Seibutis 11, Kalnietis 9

Lokomotiv Kuban: Delaney 21, Broekhoff 13, Claver 12

 

BARCELLONA – ZIELONA GORA 78-72 (19-20; 24-17; 21-20; 14-15

Vittoria al fotofinish per il Barcellona che batte nei minuti finali un coriaceo Zielona Gora e centra il primo successo in questa Eurolega 2015/16. E’ Samardo Samuels il trascinatore dei balugrana con i suoi 26 punti e 6 rimbalzi: per il centro ex Milano anche 4 stoppate con 8/10 dal campo (0/1 da 3) per un sontuoso 33 di valutazione. Qualche problema in più del previsto per gli uomini di Xavi Pascual, chiamati a vendicare la sconfitta dell’esordio sul campo del Pinar Karsiyaka: dopo il -1 del primo quarto i padroni di casa correggono le cifre tirando con il 68% da 2, trascinati da Samuels e dall’esplosività di Lawal (7 + 12 rimbalzi). Lo Stelmet fa paura con Moldoveanu (14 punti), e negli ultimi 90’’ tocca anche il +1. Il sangue freddo e l’esperienza sono però dalla parte del Barcelona: tapin di Lawal, persa di Koszarek, jumper di Satoransky e stoppata di Samuels che consegnano sostanzialmente la gara ai blaugrana. Per lo Zielona Gora, unica squadra del raggruppamento ancora ferma al palo, resta tuttavia una prestazione di gran carattere e determinazione. Bene ma non benissimo il Barça che al Palau continua a giocare ad intermittenza (cede a rimbalzo, e non punisce dall’arco: 9/26 alla sirena), dimostrando incertezza ed una condizione ancora lontana dal top. Tre soli uomini in doppia cifra, ed un Tomic, lontano parente dell’Ante visto le passate stagioni, da 5 punti e 5 assist in soli 17′

Barcelona: Samuels 23, Satoransky 10, Navarro 10

Zielona Gora: Ponitka 15, Borovnjak 14, Moldoveanu 14

CLASSIFICA GRUPPO C

Lokomotiv Kuban 2-0
Zalgiris Kaunas 1-1
Panathinaikos 1-1
Regal Barcelona 1-1
Pinar Karsiyaka 1-1
Zielona Gora 0-2

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *