Euroleague: vittoria in rimonta per il Bamberg contro Kazan, ottima prestazione di Melli

nicolo-melli-bamberg-2016-09-11

Il Brose Bamberg, a punteggio pieno dopo 5 giornate di campionato, ospita per la seconda giornata di Eurolega l’Unics Kazan di Keith Langford. Entrambe le squadre vengono da sconfitte maturate negli ultimi quarti della prima giornata, i tedeschi a casa del Fenerbahce e i russi in casa contro Barcellona.

Trinchieri copre le carte Veremeenko e Theis in avvio schierando titolare Harris. La squadra di Pashutin tuttavia approfitta del poco peso interno del Bamberg con un pick ‘n’ roll condotto da Ponkrashov e finalizzato da Parakhouski, scatenato in avvio. L’allenatore italiano riesce a risolvere il rebus opponendo al centro bielorusso il connazionale Veremeenko, godendo sull’altro lato del campo di un ispirato Zisis. La partita rimane a punteggio basso finché non entrano in gioco i tedeschi del Bamberg, Theis, Heckmann e Staiger, efficaci da dentro e da fuori area. Il primo quarto si conclude con il punteggio di 19-17 per i padroni di casa, ma il risveglio di Langford e Clarke ad inizio secondo periodo costringe Trinchieri al time out. L’ex Olimpia Milano è inarrestabile e punisce con continuità i cambi difensivi, mentre Zisis è l’unico a contribuire con continuità per i tedeschi. Gli ospiti allungano fino al 25-34, venendo rimontati grazie all’energia di Niccolò Melli, protagonista di uno spettacolare coast to coast. Il reggiano chiude il secondo quarto, finito sul punteggio di 41-44, con 5 punti, 4 rimbalzi e 2 assist, mentre Zisis è il migliore dei suoi con 9 punti e soprattutto 6 assist. Per Kazan da sottolineare gli 11 di Clarke e i 10 di Langford.

Il leit-motiv del terzo quarto è sempre lo stesso per i russi: Parakhouski domina sotto i tabelloni e Langford penetra come una lama nel burro la difesa tedesca. Troppi falli spesi sul primo scivolamento difensivo per i giocatori di Trinchieri, che mandano in lunetta gli avversari permettendo loro di allungare fino al 51-63. Strelnieks è costretto in panchina con 4 falli a carico e vista l’inefficacia difensiva dei suoi lunghi l’allenatore italiano è costretto ad affidarsi a Melli da centro. La scommessa paga e l’italiano risponde con due stoppate consecutive e colpisce dalla media e da sotto grazie alla sua mobilità, diventando uno degli artefici della rimonta del Bamberg. Pashutin inizia ad affidarsi troppo agli isolamenti dei suoi fenomeni Langford e Clarke, aprendo così nuove possibilità per Bamberg. Strelnieks torna in campo scatenato e firma la tripla del primo vantaggio dal primo quarto, 75-74. Le due squadre lottano sul filo del rasoio senza esclusione di colpi, ma i tedeschi hanno un vero campione in squadra, Zisis, che non perde freddezza nei momenti decisivi e permette ai suoi di fare l’allungo decisivo. Non trema dalla lunetta la mano dei giocatori di Trinchieri che si assicurano la vittoria per 89-86.

Straordinarie prestazioni per Zisis, Strelnieks e Melli, che chiude con 15 punti frutto di un 4/6 da due, 0/1 da tre e 7/7 in lunetta, 7 rimbalzi e 2 assist.

Brose Bamberg 89: Zisis 16, Kratzer n.e., Miller 15, Theis 7, Strelnieks 17, Radosevic n.e., Harris 2, Nikolic n.e., Lo, Causeur 4, Veremeenko 6, Idbihi n.e., Heckmann 4, Staiger 3, Melli 15. All. Trinchieri

Unics Kazan 86: Antipov 2, Langford 24, Clarke 20, Parakhouski 11, Colom 15, Kaimakoglou 3, Ponkrashov 2, Panin n.e., Voronov , Williams 9, Karpukhin n.e., Khabirov n.e. , Tukmakov n.e. All. Pashutin

© BasketItaly.it Riproduzione Riservata

3 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *