fbpx
Home Coppe Europee EuroLeague EuroLeague – Kevin Pangos “gela” il Palau Blaugrana, gara-1 è dello Zenit
Screenshot Eurosport by BasketItaly EuroLeague – Kevin Pangos “gela” il Palau Blaugrana, gara-1 è dello Zenit

EuroLeague – Kevin Pangos “gela” il Palau Blaugrana, gara-1 è dello Zenit

0

Con un canestro a 10″7 dal termine dell’ex Kevin Pangos, lo Zenit San Pietroburgo sbanca Barcelona e si prende gara-1 ribaltando il fattore campo. 74-76 il risultato finale dal PalaBalugrana.

E’ subito quindi sorpresa tra la 1° classificata e l’8°. Il Barcellona gioca un pessimo primo tempo, rientra ma cade nel finale al cospetto dello Zenit San Pietroburgo, spietato e glaciale con il canadese di Gonzaga, MVP del match.

Nel Barcelona ci sono 18 con 9 rimbalzi di Brandon Davies, 15 di Cory Higgins con 6 assist, 12 di Kyle Kuric.

Per lo Zenit 19 di Kevin Pangos con 9 assist e 7 falli subiti (33 di valutazione), 12 di Will Thomas e 11 di KC Rivers.


Dopo un primo quarto sul filo dell’equilibrio (21-21), secondo periodo assolutamente dominato dalla compagine ospite di coach Xavi Pascual. Lo Zenit tocca perfino il +17 come massimo vantaggio (31-48 al 19′) e un parziale di 9-0. L’ex Kevin Pangos dice 14 punti in 17’ con 3 rimbalzi e 6 assist, il 6 su 9 dalla lunga distanza dei russi pesa mentre il Barcellona è 6/20 da 2 nonostante il 4/5 da 3 e gli 11 di Higgins. 34-48 all’intervallo.

Secondo tempo e ci si aspetta la reazione dei catalani: così è, da -14 a -4 sul 51-55. Barcelona che torna a -2 sul 61-63 condotta da Kyle Kuric e Nikola Mirotic. A 5’15” dalla sirena finale l’ex Milano Arturas Gudaitis ricade sulla caviglia di Brandon Davis ed esce dal campo, a 2’30” Higgins trova in transizione la giocata del 68-68.


Kevin Pangos, strepitoso nel primo tempo, risponde dall’arco trovando i primi 3 punti della ripresa, Davies lo copia.

Si entra così nell’ultimo 1’30” in perfetta parità dopo una violazione dei 24’’ da parte della squadra russa.

Il Barça torna avanti con Brandon Davies dalla lunetta, KC Rivers in isolamento si prende la tripla del 72-74 in faccia a Mirotic a 46’’, ma ancora Davies pareggia in tap-in a 31’’, 74-74.

Ed ecco a 10’’7 l’entrata a canestro di Kevin Pangos che manda ko il Barcelona che nell’ultima azione costruisce solo una tripla da fermo di Higgins che a 1″8 finisce nelle mani Zenit.