Home Coppe Europee Euroleague: Valencia batte col brivido il Panathinaikos, prosegue la marcia della capolista Efes

Euroleague: Valencia batte col brivido il Panathinaikos, prosegue la marcia della capolista Efes

0
Valencia Basket Bojan Dubljevic
Bojan Dubljevic, MVP del Valencia Basket – ACB Photo / M. Pozo

Nella ventunesima giornata di Turkish Airlines Euroleague, l’Anadolu Efes Istanbul prosegue nella sua corsa, espugnando Belgrado; il Valencia Basket domina per tre quarti, rischia la beffa nel finale ma batte il Panathinaikos Atene centrando una vittoria importantissima in chiave play-off contro una diretta concorrente.

STELLA ROSSA BELGRADO – ANADOLU EFES ISTANBUL 78-85

Davanti ai quasi 15000 della Stark Arena, i turchi ottengono la settima vittoria consecutiva, allungando in classifica sulle inseguitrici. Gli ospiti partono a mille con un 11-0 iniziale che indirizza da subito il match. Il primo quarto si chiude sul 16-24 con Shane Larkin già a quota 10 punti e i turchi che tirano 5/9 da 3 punti. Il secondo parziale si apre con un altro tremendo parziale della capolista: 10-o spinto ancora dalle conclusioni da oltre l’arco per il +18. All’intervallo lungo il vantaggio degli uomini di coach Ergin Ataman è di 21 lunghezze (30-51), con uno scatenato Rodrigue Beaubois, autore di 11 punti nella frazione. Ad inizio ripresa i ragazzi di Dragan Sakota, sospinti dai propri tifosi, realizzano 28 punti e accorciano sino al 58-72 del 30º minuto. Nell’ultimo quarto i serbi con una super difesa mettono un minimo di paura alla corazzata (-8 a 2 minuti e -6 a 1 minuto dal termine). Il finale premia però l’Anadolu che vince per 78-85.

I turchi dominano i primi due quarti grazie al tiro pesante (14/31 a fine gara) e nel secondo tempo riescono a gestire il vantaggio nonostante un minimo di apprensione finale. Shane Larkin è ancora una volta il migliore dei suoi (24 punti) e si avvicina a grandi passi al titolo di MVP stagionale. Per i padroni di casa 15 punti per Dejan Davidovac e 14 per Billy Baron e Vladimir Stimac (con 8 rimbalzi).

VALENCIA BASKET – PANATHINAIKOS ATENE 94-87

I taronja vedono i fantasmi nel finale, sprecando 16 punti di vantaggio, ma riescono a superare Calathes e soci, dopo aver dominato in lungo e in largo. A La Fonteta il primo quarto tra spagnoli e greci è un festival offensivo; le due squadre sono pressoché infallibili dall’arco (6/9 complessivo) e i padroni di casa chiudono avanti di 2 (27-25), trascinati da un Bojan Dubljevic dominante sotto le plance con 9 punti. Nel secondo periodo i taronja scappano fino al +12 (42-29) cavalcando il tiro da tre punti e la vena offensiva del centro montenegrino; un timeout di Rick Pitino sveglia i suoi, che risalgono fino al -3, prima di subire il nuovo parziale valenciano chiuso da un gioco da tre punti di Quino Colom, per il 45-55 di metà partita. La ripresa si apre con 5 punti in fila degli ospiti; una penetrazione di Tyrese Rice avvicina i greens fino al -3, ma gli uomini di Jaume Ponsarnau rispondono ancora col pezzo forte di serata: quattro triple, 15-2 di parziale e +16 al 30° minuto. I greci però non muoiono mai, e iniziano il quarto decisivo con un clamoroso parziale di 13-0 (5 punti di Nick Calathes), con Valencia a secco per quasi cinque minuti. Una correzione a rimbalzo d’attacco dello stesso playmaker vale addirittura il pareggio a quota 82 a tre minuti dal termine. Una tripla di Aaron Doornekamp riporta i suoi avanti, ma un gioco da tre punti di Rice vale il nuovo -1 a un minuto dal termine. I padroni di casa si affidano al totem Dubljevic e ad Alberto Abalde che con tre canestri chiudono la contesa sul 94-87.

50% da 3 punti per i padroni di casa (14/28), che va a sopperire la differenza a rimbalzo favorevole ai greci (36 a 30). Bojan Dubljevic è Mvp della partita con 19 punti e 7 rimbalzi, ma sono decisivi alla causa and he Quino Colom e Aaron Donrekamp (14 e 13). Per gli ospiti solita prestazione totale di Nick Calathes che chiude con 22 punti, 10 rimbalzi e 5 assist.