Home A2 Verona beffata allo scadere da James nel primo test amichevole all’AGSM Forum
Credit: Scaligera Basket Verona

Verona beffata allo scadere da James nel primo test amichevole all’AGSM Forum

0

Primo test stagionale per la Scaligera Basket Verona e il Basket Ravenna Piero Manetti che all’AGSM Forum fanno intravedere buone cose, soprattutto nel primo tempo. Nei secondi venti minuti si sono fatti notare i carichi di lavoro, con ampio spazio per tutti i giocatori di entrambi i roster. I padroni di casa sfoggiano subito un positivo Phil Greene (chiamato probabilmente ad essere la prima bocca da fuoco) e hanno buone risposte da Giovanni Pini. Nelle fila giallorosse subito in gran spolvero la coppia Usa James-Givens, con il primo che dimostra per lunghi tratti il proprio talento (seppur forzando qualche penetrazione) e il secondo a lottare nel pitturato.

Cronaca

Verona si presenta per la prima volta davanti al suo pubblico (200 tifosi autorizzati) con Tomassini in cabina di regia, Greene, Severini a completare il reparto piccoli e Jones e Candussi sotto canestro. Ravenna risponde con De Negri, James, Oxilia, Givens e Simioni. L’inizio di match vede un Ra’Shad James subito in palla per gli ospiti, con il “neo” acquisto Greene a tenere a contatto i suoi con 5 punti in fila (10-10). I due americani ravennati appaiono subito molto ispirati, con Samme Givens a fare la voce grossa sotto le plance, costringendo coach Andrea Diana a due timeout ravvicinati sul finire di quarto (13-20). I primi punti in maglia gialloblù di Lorenzo Caroti e un break di Pini (altro cavallo di ritorno) riavvicinano la Tezenis, con i primi 10′ che terminano sul 23-24.

Nel secondo parziale è ancora incisivo l’ex Virtus Roma, con ottime giocate soprattutto in fase difensiva. Le squadre si scambiano più volte la leadership del match, con entrambi gli allenatori a dare ampio spazio alle rispettive panchine. Verona prova l’allungo con 2 conclusioni pesanti di Greene che valgono il +8, il solito Givens riavvicina i suoi (42-37), ma una serie di viaggi in lunetta e l’ennesima tripla dello statunitense di Verona (a quota 14 punti) fissano il punteggio sul 57-46 di metà incontro.

La ripresa si apre con i tre punti di Giovanni Severini che valgono il +15, cui fa però seguito con parziale di 9-0 bizantino per il 64-58. La Scaligera fatica in attacco, trovando punti esclusivamente dalla linea della carità. La formazione di coach Massimo Cancellieri chiude le maglie in difesa e sfruttando un paio di disattenzioni dei padroni di casa chiude a -6 un quarto dal basso punteggio (68-62).

La tripla di Daniele Cinciarini apre l’ultimo quarto, con Verona che fatica a trovare la via del canestro (2 punti in 5 minuti). Gli ospiti non puniscono però l’astinenza offensiva scaligera con Guido Rosselli (penetrazione) e Francesco Candussi (liberi) a muovere il punteggio. Un 2+1 di Givens, seguito da un long two di Tommaso Oxilia e da un altro canestro in contropiede del lungo nativo di Philadelphia valgono la parità a 74. Rosselli di pura voglia sigla il nuovo vantaggio, ma Alberto Chiumenti si inventa un improbabile tiro allo scadere del possesso per il nuovo pareggio. Giovanni Tomassini dalla lunetta non è perfetto (1/2) e con 10″ da giocare Ravenna costruisce un ottimo tiro per James che da tre sorpassa con un secondo sul cronometro. Il fadeaway da centro area di Pini non va a buon fine e il match termina sul 77-79.

Tezenis Verona: Tomassini 6, Greene 14, Jones 11, Candussi 12, Caroti 7, Severini 9, Rosselli 8, Pini 7, Guglielmi, Colussa, Calvi, Beghini ne. All. Diana.

Orasì Ravenna: Cinciarini 12, Chiumenti 6, James 16, Guidi NE, Denegri 8, Vavoli 2, Venuto, Maspero 4, Oxilia 11, Simioni, Buscaroli, Givens 20. All.: Cancellieri.