fbpx

Orlandina ancora al tappeto,sconfitta anche a Rieti

L’Orlandina Basket non riesce a rialzarsi dopo la sconfitta nel derby contro Trapani subendo un’altra sconfitta, in trasferta contro Rieti per 71-56. I siciliani pagano una pessima prova al tiro (17/64) le azioni non hanno spesso un’idea di fondo e molto spesso si concludono con un nulla di fatto. Nonostante la pessima prova al tiro, gli ospiti portano tre giocatori in doppia cifra: Kinsey e Laganà 15 punti, Johnson 12 punti e 10 rimbalzi, probabilmente all’ultima partita in biancoazzurro per approdare in Francia. Grande partita dei padroni di casa, guidati da Cannon (18 punti, miglior realizzatore del match), Raffa (17 punti) e Stefanelli (13 punti, 4/6 da 3 punti) che chiudono la pratica a metà terzo quarto, regalando una bella vittoria ai propri tifosi.

Partono subito bene al tiro i padroni di casa andando a segno, da oltre l’arco con Stefanelli, ma non riescono a scappare via facendosi riprendere sul finire del quarto grazie ai liberi di Bellan e Lucarelli che fissano il punteggio del primo quarto sul 13-11. Il secondo quarto si apre in maniera molto combattuta nonostante i molteplici errori al tiro da entrambe le squadre che limitano lo spettacolo. I laziali provano a prendere il comando del match, grazie ai canestri di Cannon e Passera ma i siciliani restano attaccati grazie a tiri di Kinsey che cerca di coinvolgere i suoi senza grossi risultati, chiudendo il secondo quarto 31-29. Il terzo quarto si apre sulla falsa riga del quarto precedente, con         le due squadre che rispondono colpo su colpo, con Rieti che cerca di incrementare il proprio vantaggio, con un break di 10-0 realizzato grazie alle incursioni di Cannon e Raffa, arrivando sul +12 a poco più di due minuti dalla fine del periodo, che si conclude sul 51-39. L’Orlandina continua a sbagliare sotto canestro, i padroni di casa continuano a macinare gioco amministrando il proprio vantaggio e regalando ai propri tifosi i due punti.