Home A2 A2 Est – Matteo Boniciolli torna a Udine vent’anni dopo
A2 Est – Matteo Boniciolli torna a Udine vent’anni dopo

A2 Est – Matteo Boniciolli torna a Udine vent’anni dopo

0

Matteo Boniciolli tornerà a sedersi sulla panchina del Palasport Carnera 20 anni dopo.

Era la stagione 1999-2000 quando Edi Snaidero, l’allora proprietario della squadra friulana che militava in Serie A2, decise di affidare la panchina a un giovane allenatore alla prima esperienza come head-coach in A2, dopo il brillante apprendistato come vice di Bogdan Tanjevic a Trieste. L’esperimento dette i suoi frutti, in quanto quella Snaidero Udine festeggiò un’indimenticabile promozione in Serie A1 al primo tentativo, battendo Barcellona Pozzo di Gotto in una trepidante finale.

Vent’anni dopo, l’attuale presidente della rinata APU Udine Alessandro Pedone vuole rivivere quei momenti, vuole ripetere quelle gesta. Con il dichiarato obiettivo della promozione in Serie A1, la squadra torna sotto la guida di Matteo Boniciolli, che torna a Udine con vent’anni di bagaglio professionale ed esperienza in più.

Boniciolli prenderà quindi il posto di Ramagli, rimasto in Friuli solo una stagione, senza infamia né lode, anche se interrotta sul più bello dal Coronavirus.

“Mi fa un incredibile piacere tornare dove tutto è cominciato”. – Ha dichiarato Matteo Boniciolli in fase di presentazione – “Se ho avuto l’opportunità di fare 20 anni di professionismo con il ruolo di capo allenatore in Italia, Europa, Asia e ultimamente negli Stati Uniti, molto lo devo alla città di Udine e a Edi Snaidero, che mi diede l’opportunità di cominciare questa carriera. A 58 anni il presidente Pedone mi ha manifestato la sua stima e fiducia offrendomi la chance di lavorare nella città in cui sono tornato spesso e sempre volentieri, perché qui ho lasciato tantissimi bei ricordi e affetti. Per me questa seconda occasione rappresenta uno stimolo enorme a non venir meno anzitutto alle aspettative che io ho su me stesso e a quelle che tutto l’ambiente nutre verso questo progetto”.

Alessandro Pedone, dal canto suo, si è detto entusiasta.

“Matteo Boniciolli è sempre stato un sogno proibito, un allenatore molto conosciuto a Udine, perché già artefice nel 2000 della promozione in Serie A della Snaidero, che poi ha brillantemente guidato nella prima stagione in massima serie con un grande Charlie Smith. È un allenatore con una personalità molto forte, un carattere sanguigno e un’esperienza di livello internazionale. Impulsivo, ma allo stesso tempo calcolatore, ha sempre saputo ottenere il massimo dalle sue squadre trasmettendo i valori marcati della sua personalità. Ora finalmente le nostre strade si incrociano per proseguire insieme nei prossimi due anni, che ci auguriamo siano ricchi di soddisfazioni”.

Udine vuole tornare nell’olimpo della pallacanestro italiana, e per farlo si affida al timoniere di una delle epoche più memorabili della sua storia, sperando che la storia si ripeta.