fbpx

Varese vola a Brindisi con lo sfavore del pronostico

Brindisi timeout

Nell’anticipo del sabato sera (ore 20:30) della nona giornata si scontrano l’Enel Brindisi e la OpenjobMetis Varese, le due squadre arrivano all’appuntamento con stati di forma completamente differenti: da una parte gli arrivi di Pullen e Simmons hanno rafforzato sensibilmente la squadra, reduce dalle vittorie con Bologna e a Cantù; dall’altra l’ultima sconfitta con Cremona ha appesantito ancor di più il rapporto sconfitte/vittorie, giunto a 6/2, e dall’uscita di scena di Kangur la squadra sembra aver perso la sua identità.

 

QUI BRINDISI 

La Enel dovrebbe finalmente essere al gran completo con il ritorno in campo di Mays, che apporterà alla squadra il suo grande atletismo, il gioco in post basso e le sue doti di passatore. A dargli una mano sotto canestro ci sarà Cedric Simmons, già ottimamente integrato dopo il suo ritorno (33 punti in 3 partite), e insieme fanno già paura ai lunghi avversari. Altro arrivo già utilizzato in casa Enel è Jacob Pullen, il playmaker dopo 2 partite deve ancora assimilare al meglio il gioco di Bucchi ma il suo apporto potrebbe diventare decisivo già da questa partita. Inoltre Brindisi potrà contare su Delroy James, reduce dall’ottima prestazione con Cantù (23 punti), e Marcus Denmon (miglior realizzatore della squadra con 15.6 punti di media). Le vittorie con Bologna e Cantù non devono però far abbassare il livello della guardia agli uomini di Bucchi, che ne è ben consapevole e infatti ha detto: “Varese è una squadra affamata di punti e di talento e pericolosa perché presenta spesso quintetti atipici“.

QUI VARESE

La OpenjobMetis ha estremo bisogno di conquistare la vittoria, incapperebbe altrimenti nella settima sconfitta di fila, e per farlo non potrà ancora contare né su Kristian Kangur né sulla sua guida Pozzecco, ancora squalificato dopo la sfuriata contro Milano. Al suo posto ci sarà di nuovo Ugo Ducarello, che potrà contare sul recupero di Eyenga dopo i problemi alla caviglia di settimana scorsa, non mancheranno Robinson e Callahan (nonostante i fastidi muscolari preoccupanti alla vigilia). Proprio Robinson dovrà dare risposte dopo le critiche ricevute e il rischio di essere tagliato, e anche Deane, fino ad ora il cambio di Robinson, avrà l’occasione di dimostrare di poter prendere in mano le chiavi della regia. Anche da Ed Daniel i tifosi aspettano una prestazione che faccia dimenticare l’atteggiamento passivo e le difficoltà dell’ultimo periodo (significative le 3 stoppate date contro le 8 subite fin qui dal centro biancorosso). Coach Ducarello nella conferenza pre-partita ha affermato: «Brindisi è una squadra che sta molto bene, è in fiducia e viene da una bella serie di successi tra campionato e coppa. Ho visto dal vivo la partita di Cantù: hanno atletismo e talento distribuito in tutti i ruoli e le aggiunte di Pullen tra gli esterni e Simmons tra i lunghi sono importanti e hanno reso l’Enel ancora più solida» e riguardo alla sua squadra «Affrontiamo la trasferta di Brindisi con tanta voglia di disputare una buona prestazione, ricercando quella medicina indispensabile per guarire dal momento difficile che è la vittoria. Certo dopo tante sconfitte in fila il morale è un po’ basso. Dobbiamo venirne fuori tutti insieme puntando più sulla difesa che sull’attacco».

CHIAVE TATTICA

Fondamentale nello scontro sarà la sfida sotto canestro, secondo pronostico fortemente favorevole all’Enel, che potrà contare sul ritrovato Mays e sul già incisivo Simmons, mentre per Varese ci saranno il discusso Daniel e l’acciaccato Callahan; difficile quindi il compito per Varese, che non dovrà concentrarsi solo sui lunghi avversari perdendo di vista i temibili esterni. Il compito di prendere in mano Varese potrebbe ricadere ancora una volta nelle mani di Diawara, e il compito di Brindisi è proprio quello di imitare Cremona nel fermare l’attacco varesino e in particolare l’ala francese (ex di turno). Da tenere sott’occhio anche i possibili exploit di Rautins e Zerini, in termini di triple per il primo e di sostanza per il secondo.

 

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *