Trieste. Coach Dalmasson: “Tanta intensità e qualità, nessuno si tira indietro”.

Eugenio Dalmasson, coach della Pallacanestro Trieste, fa il punto della situazione della squadra giuliana per il quotidiano Il Piccolo dopo le due amichevoli disputate a Cervignano del Friuli contro i croati del Skrljevo e la De’ Longhi Treviso. I biancorossi sono attesi da una settimana in ritiro a Lasko, in Slovenia.

“I messaggi sono molto positivi, abbiamo fatto 25 allenamenti a tutta, intensi, di qualità, con un carico importante e senza che nessuno storcesse il naso. Anche i nuovi arrivati si sono calati nella parte senza lesinare sforzi, ed è emblematico che nel terzo quarto contro Treviso sia arrivato un calo fisico da parte di tutta la squadra. È dimostrazione di come tutti si siano adoperati spingendo al massimo, arrivando senza benzina al settantesimo minuto (nel computo delle due partite)”.

Sui lunghi Derek Cooke e Akil Mitchell.
“La loro qualità è stata preferita ad altri proprio per la capacità di elevare una certa aggressività difensiva che l’anno scorso è mancata. Negli allenamenti ho potuto notare la loro versatilità, al punto di schiudere interessanti soluzioni tattiche con cambi sistematici”.

Sul playmaker Jon Elmore.
“Premetto che l’atteggiamento del giocatore mi sta piacendo da matti. È un vero appassionato di basket, chiede e si informa su tutto. Lui è quello che sta patendo di più il carico di lavoro atletico, motivo per cui fatica a prendere ritmo al tiro. Resta il fatto che lui ha una insospettabile struttura fisica, nettamente migliore di quella che lui reputa di avere. Aspettate due, tre settimane e vedrete…”

Quando arriva DeQuan Jones?
“Mercoledì o giovedì direttamente a Lasko”.