Home Coppe Europee FIBA Champions League Stefano Sardara: “Con la Dinamo ci divertiremo ancora. Poz? Rapporto ottimo, fino al prossimo litigio….”
Stefano Sardara: “Con la Dinamo ci divertiremo ancora. Poz? Rapporto ottimo, fino al prossimo litigio….”

Stefano Sardara: “Con la Dinamo ci divertiremo ancora. Poz? Rapporto ottimo, fino al prossimo litigio….”

0

Stefano Sardara, presidente del Banco di Sardegna Dinamo Sassari, è stato intervistato da La Nuova Sardegna sull’inizio della prossima stagione. Un estratto delle sue parole.

“Mi aspetto innanzitutto di giocare, non vedo l’ora che si torni in campo. In Italia, al di là di una leggera impennata dei contagi, c’è sicuramente una ripresa e un lento ritorno alla normalità. In generale, secondo me siamo stati bravi, la situazione è sotto controllo e le terapie intensive non sono in sofferenza.”

Il problema Covid-19.
“La vita va avanti, il problema di spostarsi c’è non solo nel basket o nello sport, ma anche nel mondo del lavoro. C’è un problema e lo affronteremo. Mi aspetto che si giochi regolarmente sia in campionato che in coppa. La presenza del pubblico sarà certamente ridotta nella fase iniziale, poi si vedrà. Nessuno oggi è in grado di fare previsioni.”

Il rapporto con coach Gianmarco Pozzecco.
“Poz? C’è stato un confronto schietto, anche duro, del quale abbiamo parlato entrambi a sufficienza. Onestamente di quei giorni non mi resta niente, è l’ultimo dei miei pensieri. Ci sentiamo tutti i giorni. Per noi discutere e confrontarci è quotidianità, sono cose che avvengono e avverranno ancora. Ci sono compiti e ruoli chiari, la cosa più importante è trovare sempre regole di ingaggio comuni. Il nostro rapporto è ottimo, sino alla prossima volta in cui litigheremo….”

La nuova Dinamo.
“Credo che sia stato realizzato un bell’incastro. La squadra ha un senso chiaro a livello tecnico, logico e di costruzione. Gianmarco sa di potere lavorare molto sul profilo tecnico, con tanti giocatori duttili e interscambiabili. Vedo un bel mix tra talento, intelligenza cestistica, cultura slava e mentalità. Credo proprio che ci divertiremo ancora”