fbpx

Reggio Emilia-Avellino, sfida di mezzogiorno per uscire dalla crisi

needham-derek-reggio-emilia-2016-09-24Nel lunch match di domenica (palla a due alle ore 12) la Grissin Bon Reggio Emilia ospita Avellino in una gara che giunge in un momento delicato per entrambi i roster.

QUI REGGIO EMILIA
La truppa di coach Menetti ha trascorso quattro giorni di ritiro a Cesenatico per cementificare il gruppo e cercare di lavorare sui tanti errori commessi nelle ultime uscite che hanno visto i vice campioni d’Italia allontanarsi dalle prime posizioni (6 k.o. nelle ultime 8 giornate). I biancorossi sono tutti a disposizione eccezion fatta per Stefano Gentile, rientrato in gruppo da pochi giorni ma non ancora pronto per scendere in campo. «Voglio una Grissin Bon con il coltello tra i denti, motivata al 100% insieme al suo pubblico e che ritrovi lo spirito e la compattezza dimostrati nelle ultime stagioni – ha chiosato coach Menetti – Noi dovremo essere i primi a dare un segnale all’ambiente, ma in quel momento avremo bisogno della grande spinta del nostro pubblico. Di fronte troveremo un avversario forte, pieno di talento, ma che come noi non riesce ad essere come vorrebbe in questo momento. Con l’arrivo di Logan gli irpini si sono ulteriormente rafforzati e stanno cercando un nuovo equilibrio».

QUI AVELLINO
Le 13 vittorie conquistate in campionato pongono la Sidigas in seconda posizione, ma la corta classifica di Serie A con dieci squadre in sei punti non lascia scampo a passi falsi. Ecco quindi che gli uomini di coach Sacripanti sono chiamati ad un importante colpo esterno a Reggio Emilia per confermarsi in alto e scacciare la mini-crisi che si è aperta da cinque partite fra campionato e coppa, culminata con l’eliminazione dalla FIBA Champions League per mano della Reyer Venezia. «La Grissin Bon alterna momenti buoni con altri meno positivi ma sul suo campo è pericolosissima – ammette coach Sacripanti – Noi dobbiamo mettere a posto ciò che non ha funzionato contro Venezia. Dobbiamo correggere quanto non sta funzionando e nelle prossime sfide confido di avere maggiori certezze e minori paure nei momenti decisivi delle partite». Qualche grattacapo non manca sulle condizioni fisiche dei biancoverdi, con Cusin ancora indisponibile, mentre Marques Green e Ragland stringono i denti per dare il loro apporto sul parquet del PalaBigi.

I PRECEDENTI
Sono 24 i precedenti in campionato tra Reggio ed Avellino, con gli emiliani in leggero vantaggio per 13-11; al PalaBigi 9 le vittorie dei biancorossi contro i soli 2 exploit irpini. Nella gara d’andata lo scorso novembre la Grissin Bon riuscì ad espugnare il PalaDelMauro per 86-81 trascinata da Della Valle, Cervi ed Aradori. Fu di 4-3 a favore di Reggio invece il bilancio della semifinale playoff dello scorso anno.

Diretta TV ore 12 Sky Sport 2 HD.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *