Home Serie A L’orgoglio e il cuore a Cremona non basta, Venezia controlla e sbanca il PalaRadi
L’orgoglio e il cuore a Cremona non basta, Venezia controlla e sbanca il PalaRadi

L’orgoglio e il cuore a Cremona non basta, Venezia controlla e sbanca il PalaRadi

0

Per la seconda giornata del campionato di LBA Legabasket Serie A Unipol Sai 2020/2021, al PalaRadi di Cremona l’Umana Reyer Venezia batte la Vanoli Basket Cremona per 66-83 conquistando la seconda vittoria in altrettante gare, mentre la Vanoli resta a quota 0 in classifica.

È stato un match che Venezia ha vinto grazie allo 0-7 iniziale del match, fondamentalmente. Ma chi pensava che fosse un match facile da portate a casa per l’Umana, si è sbagliato di grosso: Cremona non ha saputo in nessun modo avvicinarsi a meno di due possessi dagli avversari orogranata capaci di tenere l’inerzia per tutta la partita, questo è vero, ma ha messo in campo infiniti orgoglio e cuore, non messi sul parquet di Trieste settimana scorsa, restando sempre in scia della Reyer che non ha saputo chiudere il match nel primo tempo, ma solo nel quarto finale. Per gli ospiti decisiva la prestazione di Jeremy Chappell, MVP del match per continuità di prestazione nell’arco dei 40′ con 15 punti (3/6 dall’arco), 6 rimbalzi, 4 assist per 20 di valutazione. In doppia cifra anche Mitchell Watt (14), Stefano Tonut (14), Daye (12) e Fotu (11). In casa Vanoli non basta TJ Williams, 19 punti e l’ultimo a mollare, 15 di Hommes, 10 di Palmi. Cremona ha vinto a rimbalzo (39 a 36 con 17 rimbalzi offensivi), ma non è bastato alla formazione di coach Paolo Galbiati.

Cronaca del match

E’ 0-7 Reyer firmato da Chappell e Watt dopo 3′, Cremona perde 3 palloni nelle prime sei azioni e coach Galbiati chiama time-out. Marcus Lee e Cournooh trovano finalmente i canestri per la Vanoli, ma è sempre la Reyer a condurre le danze e a tenere l’inerzia prima con Watt a guadagnarsi i liberi, poi con le triple di Daye e Stone volando sul +10. Primo quarto che termina 14-23 a favore di Venezia. Secondi 10′ e Cremona che si rianima complice una Reyer blanda che permette rimbalzi offensivi alla Vanoli con i canestri dei due Williams e la tripla di Palmi, è 21-25 dopo 12′, time-out De Raffaele. Torna sopra di 10 Venezia grazie a Tonut e Fotu per il 24-34 al 14′, ma Daulton Hommes con due canestri consecutivi fa capire che la Vanoli è viva, 28-34 al 15′, altro time-out di coach De Raffaele. Il 2+1 di Jarvis Williams fa accendere il PalaRadi, ma Venezia guidata da un ottimo Jeremy Chappell torna sul +10 con l’ex Brindisi ad accendere la tripla di Austin Daye, 31-41 al 18′, time-out Galbiati. I soliti rimbalzi offensivi permettono alla Vanoli di rimanere a contatto con Hommes a bucare la difesa veneziana, dall’altra parte c’è Mitchell Watt, ma è TJ Williams a chiudere il primo tempo, 37-45 all’intervallo.
Si ritorna in campo e Cremona resta in partita guidata da un acceso TJ Williams nonostante sia sempre la Reyer a tenere le redini del match con Watt e Chappell per il 46-54 al 26′. Si infortuna David Cournooh, la tripla di TJ Williams porta il -5 Vanoli per il 49-54 al 27′, time-out De Raffaele. Venezia difende più aggressiva con Julyan Stone a ergersi, ma Venezia non scappa anche se torna sulla doppia cifra di vantaggio per il 50-60 dopo tre quarti con i canestri di Fotu e Daye. ULTIMO QUARTO: la tripla di Bramos porta il massimo divario a favore della Reyer sul +13, 50-63 a 8’20” dalla fine, Cremona però non si arrende con Poeta e Lee, questi autore di una splendida schiacciata in alley-oop su assist del play ex Reggiana. Il tecnico chiamato allo stesso Poeta, però, risveglia la Reyer che con Tonut e Daye si porta sul +12, ma la Vanoli non molla assolutamente con la tripla di TJ Williams e Hommes, ma è 62-72 Reyer a 3’35” dalla fine. TJ Williams è l’ultimo a gettare la spugna per la Vanoli, ma è Venezia a chiudere la sfida con Daye e Chappell per il 64-80 a 48”4 dalla fine. E’ garbage time, 66-83 il finale del match.

MVP BasketItaly.it: Jeremy Chappell

Vanoli Basket Cremona – Umana Reyer Venezia 66–83 (14-23; 37-45; 50-60)

Arbitri: Carmelo Lo Guzzo, Valerio Grigioni e Sergio Noce.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata